rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca Rivazzurra / Via Filippo Buonarroti

Nuovo polo educativo al Parco Pertini, il progetto candidato ai fondi del Pnrr

Un vero e proprio polo scolastico di nuova concezione che nelle intenzioni mira a diventare un centro polifunzionale in un’area facilmente accessibile

Un nuovo asilo nido, una nuova scuola d’infanzia e una nuova scuola primaria per andare a creare un innovativo polo educativo a Rivazzurra, all’avanguardia sotto il profilo della sostenibilità ambientale e della concezione degli spazi per le finalità didattiche. È l’obiettivo ambizioso che il Comune di Rimini punta a raggiungere attraverso i finanziamenti messi a disposizione attraverso il Piano nazionale di ripresa e resilienza, fondi a cui l’Amministrazione comunale ha formalmente candidato tre progetti per la realizzazione di altrettante nuove strutture scolastiche nell’area del parco Pertini di Rivazzurra. Oltre al progetto per la realizzazione della nuova scuola elementare al posto dell’attuale in via Sobrero, su cui è già stato avviato un percorso partecipativo con cittadini e stakeholder, il Comune ha candidato ai fondi nazionali (missione 4 “Istruzione e ricerca”) la realizzazione del nuovo asilo nido “Il Pollicino”, oggi in via Losanna (costo intervento 1.845.600 euro), e della nuova scuola d’infanzia Marebello (costo intervento 1.586.400 euro), che attualmente ha sede in viale Regina Margherita.  

Un vero e proprio polo scolastico di nuova concezione che nelle intenzioni mira a diventare un centro polifunzionale, un’area facilmente accessibile, e con vantaggi in termini di comodità per le famiglie e che mira a soddisfare un preciso intento pedagogico, promuovendo lo scambio tra diverse generazioni e per fare del parco un vero e proprio spazio di vita e socialità per i bambini e per le famiglie, anche oltre l’orario scolastico. Le proposte progettuali prevedono strutture scolastiche adeguatamente calate nel contesto ambientale e sociale del Parco attraverso soluzioni architettoniche e scelta di materiali che possano valorizzare il verde e la modularità tra spazi interni ed esterni, che avranno un ruolo didattico a tutti gli effetti. Scuole che saranno di ultima generazione anche dal punto di vista dell’impiantistica, con l’obiettivo di rendere gli edifici a energia quasi zero. Prosegue la progettazione per le palestre scolastiche. In questi giorni inoltre l’Amministrazione ha infatti formalizzato la domanda di ammissione ai finanziamenti ai fondi Pnrr del progetto di riqualificazione della palestra Lambruschini (costo complessivo 703.000), candidatura che segue quella già presentata pochi giorni fa per la realizzazione della nuova palestra per la Scuola Primaria Gaiofana (986.000 euro).  

“Un lavoro di progettazione e pianificazione importante, per il quale ringrazio gli uffici - dichiara l’assessore ai lavori pubblici Mattia Morolli – che risponde ad una strategia di sviluppo ben delineata dove la riqualificazione urbana si sposa con le nuove esigenze della comunità. Attraverso l’opportunità offerta dal Pnrr potremmo ad esempio dar seguito alla realizzazione di un nuovo polo educativo fortemente ‘green’, altamente sostenibile, oltre che funzionale innovativo anche sotto l’aspetto didattico e che potrebbe essere motore di una valorizzazione dell’intera area”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo polo educativo al Parco Pertini, il progetto candidato ai fondi del Pnrr

RiminiToday è in caricamento