Offese sessiste al vicesindaco: per scusarsi fa una donazione alle Ong

Una lettera di scuse e due donazioni da 100 euro alle Ong SeaWatch e Mediterranea per aver diffamato e offeso il vicesindaco di Rimini Gloria Lisi su Facebook

Una lettera di scuse e due donazioni da 100 euro alle Ong SeaWatch e Mediterranea per aver diffamato e offeso il vicesindaco di Rimini Gloria Lisi su Facebook. E' il gesto riparatore dell'autore del post, un riminese di 82 anni, lasciato a commento della posizione espressa dalla Lisi in merito all'apertura dei porti per salvare vite umane risalente allo scorso febbraio. In cambio delle scuse scritte e della donazione, il vicesindaco ritirerà la querela.

L'82enne, come riporta l'Ansa, aveva usato parole sessiste e diffamatorie su di un post di Gloria Lisi a sostegno della posizione della cantante Emma Marrone, che durante un concerto aveva urlato "aprite i porti" ed era stata insultata a sua volta. Compreso l'errore aveva subito mostrato interesse nel chiarirsi con il vicesindaco, definendo alla romagnola le sue frasi "una pataccata" e firmando una lettera nella quale dice "ritengo di essere stato condizionato da un clima di odio ed intolleranza verso gli ultimi, che purtroppo stiamo vivendo nel nostro Paese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Tenta il gesto estremo sui binari del treno, salvata appena in tempo dai carabinieri

  • Il programma Melaverde fa tappa in Romagna tra ristoranti e tour in collina

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

  • Tre giorni di live, a Capodanno Riccione diventa la capitale della musica: arivano anche Emma e Mahmood

  • Folle inseguimento sulle strade per bloccare il furgone rubato

Torna su
RiminiToday è in caricamento