Addio al Presidente Emerito della Repubblica Ciampi, il cordoglio di Rimini

Gnassi: "vogliamo ringraziare, come comunità, un Presidente, un uomo delle Istituzioni, una persona che ci ha restituito l'orgoglio di essere italiani. E riminesi"

Foto di Enrico Oliverio Ufficio stampa della Presidenza della Repubblica

Il presidente emerito della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, si è spento in una clinica romana, all'età di 95 anni. Ciampi era nato a Livorno il 9 dicembre 1920. Dopo i primi studi dai Gesuiti, si laureò prima in Lettere e poi in Giurisprudenza. Governatore della Banca d'Italia 14 anni, dal '79 al '93. Premier dal '93 al '94.Ministro del Tesoro dal '96 al '99, con Prodi e D'Alema,accompagnò l'ingresso dell'Italia nella moneta unica europea. Poi l'elezione al Colle nel '99, al primo scrutinio. Subito si è espresso il cordoglio del Comune di Rimini con il sindaco, Andrea Gnassi, che ha voluto ricordare la visita di Ciampi nel settembre del 2000.

“L’amministrazione comunale di Rimini - ha dichiarato il primo cittadino in una nota stampa - esprime il suo cordoglio per la scomparsa del Presidente emerito della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi. Un tributo che non è solo formale visto che il senatore a vita ha espresso, nel corso degli anni e durante il suo lungo percorso istituzionale, un attaccamento vero e profondo nei confronti della nostra città e della riviera riminese. E non tanto e non solo durante la visita istituzionale a Rimini che Carlo Azeglio Ciampi, in veste di Presidente della Repubblica, fece il 17 settembre del 2000 in occasione del Raduno nazionale dei Marinai d’Italia. Ricordiamo tutti, ad esempio, quando, durante la diretta televisiva Rai per il Capodanno 2004, Ciampi dopo il brindisi di mezzanotte fece gli auguri a Rimini, definendola “bellissima città che é stata la prima a rendere famoso nel mondo l’Adriatico e tutte le sue magnifiche strutture turistiche”.

Il 17 settembre del 2000, il Presidente della Repubblica pronunciò un discorso molto appassionato, nel quale elogiò apertamente il territorio riminese: "Ci vuole la natura, ci vuole la cultura, ci vuole l’imprenditorialità, ci vuole soprattutto il calore umano, la capacità di relazioni umane, la capacità di saper dialogare con il prossimo: è il connubio di queste quattro caratteristiche che spiega il miracolo di Rimini….Voi siete diventati il più grande centro turistico dell’Italia e dell’Europa. Voi costituite per l’Italia, veramente, il biglietto da visita, la presentazione del nostro Paese…Questa capacità di sfruttare queste vostre caratteristiche di imprenditoria minuta, perché sono state le famiglie a creare le prime pensioni, che hanno costruito gli alberghi, hanno reso concorrenziale e competitiva tutta la vostra zona. E siete riusciti, dal turismo stagionale, a passare a un turismo che interessa l’intero anno… oggi siete una realtà che non è più soggetta alle vicende mutevoli delle annate….Io concludo questo mio intervento, rinnovandovi il mio apprezzamento per quel che avete fatto, ma rinnovandovi anche l’invito a tenere sempre presente che una delle vostre forze è la cultura. Cercate di mantenere viva la memoria, avete avuto un esempio vivissimo da persone come Federico Fellini…La vostra umanità è soprattutto rispetto per gli altri, è soprattutto amore per ogni altro essere umano”. "Parole che vogliamo ricordare oggi conclude Gnassi - per ringraziare, come comunità, un Presidente, un uomo delle Istituzioni, una persona che ci ha restituito l’orgoglio di essere italiani. E riminesi”.

IL CORDOGLIO DI SAN PATRIGNANO - La Comunità San Patrignano ricorda con affetto Carlo Azeglio Ciampi, Presidente emerito della Repubblica, oggi scomparso. La sua visita nel 2000 fu di grandissimo rilievo per i ragazzi in percorso e l’intero mondo delle comunità impegnate ogni giorno contro le dipendenze. Incredibile la sensibilità con cui si avvicinò assieme a sua moglie alla nostra realtà, la voglia di scoprire la comunità,  il sentito discorso che fece in sala da pranzo e il messaggio di speranza dato ai 1300 ragazzi: “San Patrignano ha un’organizzazione unica che merita il più ampio apprezzamento da parte di tutti. Dovete avere fiducia in voi e nella vita che è una cosa meravigliosa”. A sua moglie Franca e alla sua famiglia le condoglianze da parte dell’intera Comunità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento