Cronaca

Oltre 50mila chili di rifiuti pericolosi, cantiere navale sequestrato dalla Guardia di Finanza

L'area è stata messa sotto sequestro dalle Fiamme Gialle del Roan che hanno denunciato i due titolari ed emesso un'ordinanza di ripristino

Sono stati stimati in oltre 50mila chili i rifiuti pericolosi che il Roan della Guardia di Finanza ha scoperto in un’area di oltre diecimila metri quadri di pertinenza di un cantiere navale nella zona nord della costa. Gli accertamenti delle Fiamme Gialle hanno permesso di scoprire come, ammassati alla rinfusa e senza alcun sistema di protezione, vi fossero materiali da costruzione, anche in amianto, imballaggi contenenti residui di sostanze pericolose o contaminati da tali sostanze, quali vernici e solventi, rottami metallici, scarti di lavorazioni in vetroresina e altri materiali di varia natura, quali inerti da lavorazioni edilizie e perfino pneumatici fuori uso. Sono così scattati i sigilli all'area e i due amministratori del cantiere sono stati denunciati a piede libero per la violazione alle normative ambientali sulla gestione dei rifiuti e, allo stesso tempo, è stata emesso un'ordinanza di ripristino dei luoghi a loro carico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 50mila chili di rifiuti pericolosi, cantiere navale sequestrato dalla Guardia di Finanza

RiminiToday è in caricamento