Oltre 8mila euro di pedaggi autostradali non pagati, presa l'auto fantasma

Una Fiat Bravo con targa sammarinese è stata individuata e sequestrata dal personale della polizia Municipale di Corsico Milanese

La caccia era scattata nel marzo del 2013 quando, quella che  è poi diventata un'auto fantasma, aveva effettuato il primo passaggio al casello dell'A14 di Cattolica senza pagare il pedaggio dell'autostrada. In quasi 3 anni, il veicolo con targa straniera aveva accumulato oltre 8mila euro di insoluti viaggiando in tutto il nord Italia utilizzando il trucchetto di infilarsi dietro alle auto che utilizzano la corsia del Telepass per poter uscire impunemente dai vari caselli. L'auto scroccona, una Fiat Bravo con targa sammarinese, è stata finalmente individuata e sequestrata dal personale della polizia Municipale di Corsico Milanese ma, adesso, non è ancora chiaro chi sarà denunciato per truffa e insolvenza fraudolenta dal momento che, il veicolo, risulta intestato a una società di noleggio della Repubblica di San Marino e, nel corso degli anni, è passata di mano in mano e sarà necessario ricostruire tutti i vari passaggi per riuscire a trovare lo, o gli, scrocconi dell'autostrada.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • "Correte ho ucciso mia moglie", l'assassino confessa il delitto alla polizia di Stato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento