menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sgozzata dal convivente, muore dopo quattro mesi di agonia

La sua agonia è durata ben 4 mesi. Da quella terribile notte del 12 settembre scorso quando Annunziata Paoli, venne accoltellata dal convivente dopo una violenta lite coniugale

La sua agonia è durata ben 4 mesi. Da quella terribile notte del 12 settembre scorso quando Annunziata Paoli, 78 anni, non vedente, venne accoltellata dal convivente dopo una violenta lite coniugale. L'omicida, Germano Piccini, 73 anni, con problemi psichici, la colpì alla gola. I sanitari del 118 riuscirono a strapparla alla morte, ma la donna entrò in coma. Senza mai più risvegliarsi. La signora Annunziata è spirata così nella mattinata di lunedì all'ospedale di Santarcangelo di Romagna. Stesso destino per l'omicida: l'uomo è infatti morto un mese fa per complicazioni cardiache al centro clinico psichiatrico del carcere "Le Molinette" di Torino, dove era stato portato qualche giorno dopo l'aggressione.

IL FATTO - Erano le 3 della notte del 12 settembre quando due pattuglie dei Carabinieri si catapultarono in Via Nicolini,  frazione San Giuliano, dove alcuni vicini avevano segnalato una violenta lite in corso al civico n. 2: giunti sul posto i militari si sono trovati davanti all'omicida che, con in mano un coltello seghettato da cucina, dal balcone dell’abitazione, stava richiamando la loro attenzione per farli salire in casa. Raggiunto l’appartamento, i Carabinieri si trovarono davanti ad una scena agghiacciante: la donna giaceva priva di sensi su un divanetto in una pozza di sangue, con la gola recisa. I Carabinieri immobilizzarono l’omicida e contattarono il personale del 118 che, giunto sul posto, incubò la vittima trasportandola d’urgenza presso l’ospedale di Rimini dove nel frattempo era stata allertata la sala operatoria. Dopo un delicato intervento, la donna cadde in coma, senza più risvegliarsi.

L'OMICIDA - L’omicida, in stato di shock, dopo essere stato visitato presso l’ospedale cittadino, fu condotto in carcere e, dopo aver manifestato alcuni evidenti disturbi neuropsichiatrici, venne ricoverato a Torino dove poi è deceduto per cause naturali nel dicembre scorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica bollette luce e gas: quando e come ottenerla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento