rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca

Omicidio di Pierina, contromossa della difesa di Dassilva: chiesto l'incidente probatorio

Stop momentaneo all'esecuzione dei test del Dna sulle tracce repertate dalla Scientifica sul luogo del delitto per compararle col profilo genetico del senegalese

Contromossa della difesa di Louis Dassilva, il 35enne senegalese indagato per l'omicidio di Pierina Paganelli, che ha chiesto di eseguire i test del Dna sulle tracce repertate dalla Scientifica sul luogo del delitto per compararle col profilo genetico del senegalese in sede di incidente probatorio con un consulente tecnico nominato dal gip. E' così arrivata la sospensione in attesa che venga nominato un terzo perito da parte del Giudice per le indagini preliminari a garanzia che i test di laboratorio irripetibili vengano eseguiti in maniera oggettiva. Al momento Dassilva, assistito dall'avvocato Riario Fabbri con la consulenza della criminologa Roberta Bruzzone, è l'unico indagato per il delitto della 78enne ritrovata cadavere nella tromba delle scale del condominio di via del Ciclamino lo scorso ottobre.

Intanto, dopo le novità emerse la settimana scorsa e la svolta rappresentata dal fatto che il vicino di casa, Dassilva, sia stato iscritto nel registro degli indagati le tv nazionali sono tornate ad occuparsi in modo quotidiano del caso. Nella trasmissione di Rai 2 Ore 14, sarebbe emerso che la relazione sentimentale tra l’indagato e Manuela Bianchi, la nuora della vittima non sarebbe mai stata chiusa, neanche dopo il delitto. Forse un gossip, ma che se fosse acclarato, potrebbe incidere nel proseguio delle indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Pierina, contromossa della difesa di Dassilva: chiesto l'incidente probatorio

RiminiToday è in caricamento