Cronaca

Il litigio finisce in tragedia: uccide la moglie a coltellate, uomo arrestato

Sul posto si sono precipitati i soccorsi del 118, che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della donna

"Ho ucciso mia moglie". Dopo l'accoltellamento avvenuto in via Polazzi a Viserba, venerdì sera è stato commesso un violento femminicidio in una casa sulla via Emilia tra Rimini e Viserba - un appartamento residenziale sito alla prima periferia di Rimini nord - avvenuto al culmine di una lite tra coniugi. Si tratta di una coppia sposata da molti anni, entrambi sui 60 anni e con tre figli maggiorenni.

Taglia la gola alla moglie davanti ai nipoti, l'omicidio dettato dalla gelosia

Pare che i due fossero a casa di una delle figlie insieme ai nipotini, quando all'improvviso l'uomo dopo una litigata avrebbe afferrato un coltello a serramanico e si sarebbe accanito sulla moglie, sferrando diverse coltellate di cui una, fatale, alla gola. Sul posto si sono precipitati i soccorsi del 118, che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della donna, insieme ai Carabinieri allertati dalla figlia della coppia e raggiunti dalle volanti di Polizia.

L'uomo è poi andato a costituirsi in Questura, visibilmente scosso e con ancora i vestiti macchiati di sangue, e ha indicato agli agenti il luogo del delitto. Pare che alle origini dell'omicidio ci fosse la gelosia, con l'uomo convinto che la moglie lo tradisse. Le prime attività di indagine svolte dagli uomini della Squadra Mobile della Questura hanno permesso di riscontrare le gravi dichiarazioni di autocolpevolezza che l’uomo aveva poco prima reso in Questura.

La prima ricostruzione dei fatti ha indotto gli investigatori a ipotizzare che intorno alle 21.00, all’interno dell’appartamento, ci sia stato un violento litigio della coppia all’esito del quale l’uomo, per motivi in corso di accertamento, avrebbe ripetutamente colpito col coltello la propria coniuge al collo, uccidendola. La tesi investigativa è stata ulteriormente confermata dall'uomo alla presenza del Sostituto Procuratore della Repubblica titolare dell’indagine che, immediatamente notiziato dalla Polizia Giudiziaria, si è recato sul posto per tenere l’interrogatorio dell’indagato.

All’esito di tale attività, l’uomo è stato tratto in arresto nella flagranza del reato di omicidio con l’aggravante di averlo commesso contro il coniuge e, nella mattinata di sabato, è stato portato in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il litigio finisce in tragedia: uccide la moglie a coltellate, uomo arrestato
RiminiToday è in caricamento