rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Cronaca

Dall'omicidio sventato alla tragedia di Riccione, un 2022 di intenso lavoro per la Polfer

In regione i controlli sui convogli aumentati del 40%, tante le tragedie ma anche tante le storie a lieto fine e diversi i salvataggi

E' stato un 2022 intenso per gli agenti della polizia Ferroviaria dell'Emilia-Romagna, da cui dipende anche il territorio riminese, che hanno visto 61.000 persone controllate, con un aumento del 40% rispetto al 2022. 71 arrestati e 1.345 indagati. Il bilancio dell'anno appena concluso ha fatto registrare anche numerosi sequestri: 44 armi, 36 da taglio e 8 improprie nonché 640 grammi di cannabinoidi, 50 gr. di cocaina, 900 gr. di eroina e 30 gr. di hashish. Durante l’anno sono state impiegate 14.800 pattuglie in stazione e 1.840 a bordo treno. Sono stati presenziati complessivamente 3.680 convogli ferroviari. Sono stati inoltre predisposti 680 servizi
antiborseggio in abiti civili, sia negli scali che sui treni. Tante le storie a lieto fine e diversi i salvataggi, sia di viaggiatori che, in violazione di regole di comportamento hanno messo a repentaglio la propria incolumità, nonché di persone colte da malore o aspiranti suicidi ma anche tante tragedie come quella delle sorelle Pisanu travolte da un Frecciarossa alla stazione di Riccione lo scorso 31 luglio. Poco prima di Natale, invece, grazie a un incredibile concatenarsi di eventi gli agenti della Polfer erano riusciti a catturare un aspirante omicida che da Misano stava andando nel modenese armato di coltello per uccidere la ragazza conosciuta in chat.

Non sono mancati gli interventi per scoraggiare le baby gang ad arrivare in Riviera e, soprattutto a Riccione, il personale della polizia di Stato ha passato al setaccio i convogli che nel fine settimana scaricavano le orde di ragazzini provenienti dalle città e dai paesi lungo la via Emilia. Minorenni violenti che, in alcuni casi, hanno picchiato il personale di Trenitali provocando ritardi nei convogli ma anche ubriachi che in stazione hanno reagito ai controlli picchiando le divise. Le cronache hanno poi riportato anche la storia a lieto fine di una donna che stava aspettando il treno nella stazione di Riccione quando è stata colta da un arresto cardiaco. Era stato proprio il personale della Polfer ad intervenire per primo e, insieme a un medico che si trovava sul posto, avevano iniziato le manovre di rianimazione mentre stava arrivando il 118 salvando la vita alla signora.

Il bilancio del 2022, inoltre, ha visto incentivare le attività di prevenzione con un aumento delle giornate straordinarie di controllo del territorio per un totale di 41 operazioni: 13 “Stazioni Sicure”, finalizzate al contrasto delle attività illecite maggiormente ricorrenti in ambito ferroviario; 13“Rail Safe Day”, finalizzate a prevenire comportamenti impropri o anomali, spesso causa di investimenti, 12“Oro Rosso”, finalizzate al contrasto dei furti di rame e 3 “Action Week”, finalizzate al potenziamento dei controlli, nel trasporto ferroviario di merci pericolose. In campo internazionale è proseguita l’attività di cooperazione con l’Associazione europea di polizie ferroviarie e dei trasporti RAILPOL, allo scopo di migliorare le tecniche specialistiche e di rafforzare la collaborazione tra i Paesi membri attraverso il reciproco scambio di informazioni, la definizione di comuni strategie operative e la programmazione di azioni di controllo congiunte. La Polizia ferroviaria ha inoltre partecipato alle 4 “Rail Action day” organizzate per contrastare i fenomeni criminosi maggiormente diffusi in ambito ferroviario e prevenire possibili azioni terroristiche o eversive.

L’attività di contrasto ai furti di rame, che in ambito ferroviario spesso causano ritardi alla circolazione dei treni e consistenti disagi per i viaggiatori, si è tradotta in 237 controlli ai centri di raccolta e recupero metalli, in circa 450 servizi di pattugliamento delle linee ferroviarie ed in 114 servizi di controllo su strada a veicoli sospetti. Tale articolato dispositivo ha consentito il recupero di oltre 30 tonnellate di materiale ferroso di provenienza illecita, la denuncia di 11 soggetti ed il sequestro di 4 veicoli. Nell’ambito dei controlli ai trasporti ferroviari di merci pericolose, sono state effettuate 11 verifiche su circa 90 carri ferroviari, italiani e stranieri. 5 le irregolarità riscontrate nel corso delle 3 action week dedicate, che si sono affiancate alle ordinarie attività di controllo, svolte dal personale della
Specialità. Nel 2022 gli agenti della Polizia Ferroviaria hanno rintracciato 314 persone scomparse, di cui 280 minori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'omicidio sventato alla tragedia di Riccione, un 2022 di intenso lavoro per la Polfer

RiminiToday è in caricamento