menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dal mare affiora il cadavere di una ragazza: è giallo

Macabro ritrovamento sabato mattina a Torre Pedrera. Il cadavere di una ragazza di giovane età è stato rinvenuto da un villeggiante mentre passeggiava a una ventina di metri dalla riva

Macabro ritrovamento sabato mattina a Torre Pedrera. Il cadavere di una ragazza di giovane età è stato rinvenuto da un villeggiante mentre passeggiava a una ventina di metri dalla riva. Il corpo è stato trovato all'altezza del bagno 62. La giovane sembra avesse una profonda ferita da taglio alla gola, ma sembrerebbero esclusi i violenza sul corpo ipotizzati in un primo momento. Era seminuda e senza slip addosso.

Dalla bocca fuoriusciva del sangue, ma la ferita al collo potrebbe non esser stata fatale. La vittima, di razza mediterranea-europea, con altezza di circa 165 cm, capelli castano-rossicci (rasati nella parte sinistri e lunghi fino alla spalla nella parte destra), occhi chiari, con un piercing al mento ed uno all’antitrago dell’orecchio sinistro. Indossava un orecchino in legno sul lobo dell’orecchio sinistro, è stata identificata in serata.

E' una 24enne genovese. Le generalità non sono state rese note dai carabinieri (si conoscono le iniziali, A.M.S.). I genitori, che vivono a Genova, sono stati avvisati. All'identità della giovane i carabinieri sono risaliti grazie alle impronte digitali, perché la 24enne aveva piccoli precedenti legati alla droga. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, il personale della Capitaneria di Porto e gli uomini della Scientifica per i rilievi di rito.

Al momento gli inquirenti non escludono alcuna ipotesi, anche quella del malore causato da un eccessivo uso di droga o quella di un'improvvisa caduta dagli scogli.  Sarà l'autopsia a stabilire le cause del decesso.  Dopo due ispezioni cadaveriche – eseguite da due medici legali appositamente incaricati - non sono emersi segni apparenti di violenza. È verosimile che la morte sia avvenuta tra mezzanotte e l’una di notte, ma maggiori dettagli per capirne le cause si avranno solo domenica, dopo l’autopsia disposta dalla Procura.

Esclusa la morte violenta: i segni sul corpo, graffi sul collo e sulle braccia, sarebbero il risultato dell'attrito con gli scogli. I suoi vestiti e documenti non sono stati ancora ritrovati. Gli investigatori stanno cercando di capire con chi fosse sulla spiaggia. Sempre sabato a Rimini è stato trovato in via Palmiri il cadavere di un transessuale di origine brasiliana, Anselmo Pires Vieira, 58 anni. L'uomo pare fosse morto da almeno 48 ore. Ad avvertire la squadra Mobile della polizia, due giovani che aveva avvertito un cattivo odore. Il medico legale non ha riscontrato segni di violenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento