Cronaca

Oms lancia allarme contagi dopo i festeggiamenti degli Europei, le ripercussioni sul turismo

L'assessore regionale Corsini invita a smorzare i toni allarmistici, vertice in comune a Riccione per sensibilizzare le categorie a tenere la "Guardia alta su regole e norme anti Covid per tutelare un'estate che sta dando grandi opportunità"

"Dovrei divertirmi a guardare il contagio avvenire davanti ai miei occhi? La pandemia non si prende una pausa stasera… la variante delta del SarsCov2 approfitterà di persone non vaccinate, in ambienti affollati, senza mascherine, che urlano/gridano/cantano. Devastante". Lo ha twittato Maria van Kerkhove, responsabile tecnico dell'Organizzazione mondiale della Sanità per la crisi Covid-19, guardando in diretta tv le immagini dei tifosi italiani e inglesi in occasione della finale degli Europei. Dei rischi sanitari connessi agli assembramenti durante gli Europei parla anche Massimo Andreoni, direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit) e primario di Infettivologia al Policlinico Tor Vergata di Roma: "Un evento che è l'apoteosi della trasmissione del virus. La cosa migliore per aumentare la sua trasmissibilità".

Preoccupazioni per l'impatto sulla stagione turistica che può avere il rialzo dei contagi Covid? "Direi che al momento non ce ne sono", afferma l'assessore al Turismo della Regione Emilia-Romagna, Andrea Corsini, che anzi invita ad evitare "certi toni e certe affermazioni che purtroppo escono su alcuni organi di informazione relativi alla possibilità che qualche regione possa tornare in zona gialla". Su questi aspetti "c'è una discussione anche a livello nazionale per rivedere i parametri, al momento la variante Delta è tenuta sotto controllo dai tracciamenti e dall'attività delle Ausl che stanno monitorando la situazione", aggiunge Corsini. "La cosa che ci conforta è che sembra ovviamente che le persone vaccinate siano al riparo da questa recrudescenza del virus- continua l'assessore regionale- che era attesa e che vedremo nei prossimi giorni se salirà ulteriormente. Al momento non ci sono situazioni particolarmente critiche da segnalare". Questo sapendo che naturalmente "bisognerà continuare a rispettare tutte le regole, a partire dall'indossare la mascherina nei luoghi chiusi e dall'evitare gli assembramenti", avverte Corsini. "Quindi per il momento la stagione turistica sta procedendo bene, soprattutto al mare e in montagna. Ci auguriamo che possa proseguire su questa onda", conclude l'assessore di viale Aldo Moro.

"Non si deve abbassare la guardia sulle regole e sulla prevenzione sanitaria, per questo motivo tutti dobbiamo fare la nostra parte, fare gioco di squadra e portare a casa un'estate ottima per i lavoratori e le imprese della comunità, oltre che per i cittadini e i turisti". E' con questo messaggio che l'amministrazione ha aperto oggi l'incontro con le associazioni di categoria e i consorzi, convocato per fare il punto sulle strategie di prevenzione e di sicurezza per le prossime settimane, estremamente importanti per il turismo romagnolo. Presenti nella sala del Consiglio comunale oltre al sindaco Renata Tosi e l'assessore alle Attività economiche, Elena Raffaelli, il comandante della polizia locale, Achille Zechini. Rispetto delle regole, dunque, ma anche buona comunicazione, tutela dell'immagine di Riccione a partire dal rispetto delle regole, dei protocolli sanitari e della normativa vigente in materia in cui le imprese devono poter essere dalla stessa parte dell'amministrazione comunale e della polizia locale deputata ai controlli. 

"I controlli amministrativi infatti sono una garanzia di sicurezza per i cittadini, gli operatori e i turisti - ha detto l'assessore Raffaelli - tanto che abbiamo emesso di recente un provvedimento di cessazione immediata di attività per un hotel, con la chiusura di attività fintanto non si fosse messo in regola, sulle norme Covid e non solo. I controlli sono scattati in base alle segnalazioni degli operatori circa una insensata e fuorviante comunicazione rivolta soprattutto ai più giovani che oltre ad essere diseducativa diventava dannosa per il buon nome di Riccione. Certe situazione devono trovare risposta in un'azione corale, pubblico e privato, operatori, amministrazione e polizia locale che rispondono con gioco di squadra. Penso che la nostra comunità sia consapevole e decisamente pronta a tale compito. Visto anche la grande opportunità di ripresa che ci sta regalando questa estate in fatto di presenze turistiche. Se si sbaglia o si dimenticano le regole è giusto intervenire per risolvere le irregolarità". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oms lancia allarme contagi dopo i festeggiamenti degli Europei, le ripercussioni sul turismo

RiminiToday è in caricamento