Con la Festa della Bicicletta parte Ri-ciclo: una bici per ogni bambino

Un'idea che avevamo da tempo - ha detto l'assessore alla mobilità del Comune di Rimini Roberta Frisoni - e che ora trasformiamo in realtà grazie al contributo di Fiab e degli enti"

Non poteva esserci occasione migliore della prima “Festa della Bicicletta” che si è svolta ieri alla scuola primaria Ferrari per lanciare una bellissima iniziativa, quella di recuperare le tante piccole bici inutilizzate, spesso abbandonate nei garage seppur in ottimo stato, per donarle gratuitamente ai bambini che non possono acquistarne una. “Un’idea che avevamo da tempo – ha detto l’assessore alla mobilità del Comune di Rimini Roberta Frisoni – e che ora trasformiamo in realtà grazie al contributo di Fiab  e degli enti, scuole, associazioni e imprese che hanno aderito all’iniziativa che prende il nome di “Ri-Ciclo, una bici per ogni bambino, nessun bambino senza bicicletta. Non può sfuggire a nessuno, infatti, come sia l’età scolare il momento più giusto per imparare ad amare la bicicletta, attraverso la conoscenza e il suo uso in sicurezza.”

L’iniziativa, che abbiamo chiamato “Ri-Ciclo: una bici per ogni bambino, nessun bambino senza bicicletta”, vuol consentire a tutti i bambini di poter aver a disposizione una bici per imparare ad usare in modo sicure un mezzo di trasporto ecologico, rispettoso dell’ambiente e divertente. Negli scorsi mesi è emerso chiaramente dall’indagine che il Comune di Rimini ha condotto nelle scuole sulle abitudini dei riminesi, come il 62% degli alunni vorrebbe arrivare a scuola con un mezzo diverso dall’auto, preferibilmente in bicicletta (64,7%). Ri – ciclo è quindi una delle tante azioni che si stanno mettendo in campo per dare una risposta ai desideri dei bambini, unitamente alla realizzazione e messa in sicurezza di piste ciclabili, a servizi per i ciclisti, ai progetti di educazione stradale.”

Sono stati circa 200 i bambini che hanno partecipato alla “Festa della Bicicletta” parte del progetto Pedalo e Imparo, organizzato dall'associazione Fiab Rimini/Pedalando e Camminando con la collaborazione del Pedale riminese, Anthea, Rimini Scuola sostenibile e il Comune di Rimini. Un momento di festa durante il quale tutti i ragazzi delle otto classi delle “Ferrari”, dalla I alla IV, (le V usciranno in bicicletta a maggio per attraversare coi loro mezzi la città) hanno pedalato lungo un percorso disegnato nel cortile della scuola per poi cimentarsi nella ricostruzione di una bicicletta scomposta in tanti pezzi impegnandosi nel scoprirne le funzioni e l'utilità di ognuno di essi, specie per la sicurezza. Un impegno premiato dalla consegna del “Diploma di Bravo Ciclista” (ideato da Fiab), un atto puramente simbolico ma meritato premio per l'impegno profuso da tutta la scuola e che continuerà, ancora alle Ferrari, proprio con “Ri-Ciclo”.

===> Segue

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento