Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Operazione "Ferragosto sicuro", 10 persone denunciate a piede libero

Sono stati oltre 200 i carabinieri che, nel fine settimana di Ferragosto, hanno presidiato la costa riminese; nella rete ladri ed esibizionisti

Sono stati oltre 200 i carabinieri che, nel fine settimana di Ferragosto, hanno presidiato la costa riminese per garantire la sicurezza di turisti e cittadini in occasione di una delle feste più "calde" di tutta l'estate. Il bilancio dell'Arma parla di 10 persone denunciate a piede libero per vari reati tra cui spiccano i furti. A finire nei guai è stato un nordafricano senza fissa dimora sospettato di essere l'autore dello strappo di una catenina d'oro dal collo di un turista nella serata del 14 agosto. Un 25enne nordafricano, anche lui senza fissa dimora, sorpreso a rubare una bici elettrica parcheggiata in un Bagno di Miramare. Un 33enne accusato di aver sottratto un borsello con 350 euro, lasciato incustodito sotto l'ombrellone da un turista tedesco, coi militari dell'Arma che sono riusciti a recuperare la refurtiva. Un 35enne che, anche lui approfittando della distrazione di un corriere durante la consegna della merce, sarebbe entrato nell'abitacolo del furgone rubando il portafoglio con 250 euro. Un nordafricano sorpreso a rubare una bicicletta da una pattuglia dei carabinieri che, dopo averlo inseguito e bloccato, lo hanno trovato in possesso di una cesoia ed una tronchese. Due malviventi, di 30 e 33 anni, accusati del furto di un profumo e di una maglietta all'interno di un negozio del centro storico riminese; uno di questi è risultato anche inottemperante al divieto di dimora nel comune. Dovrà invece rispondere di atti osceni in luogo pubblico un 29enne che, in un locale di Marina Centro, si è denundato mostrando i genitali. Deferito per spaccio un nordafricano senza fissa dimora che, a Miramare, è stato sorpreso dai carabinieri con 15 grammi di hashish e 930 euro in contanti ritenuti il provento delle precedenti vendite di stupefacenti.

I carabinieri di Bellaria, invece, hanno denunciato due venditori di prodotti etnici e gadget che esponevano in vetrina anche coltelli e noccoliere in violazione della normativa vigente e dovranno rispondere di vendita di armi bianche mentre la merce è stata sequestrata e tolta dal commercio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione "Ferragosto sicuro", 10 persone denunciate a piede libero
RiminiToday è in caricamento