rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Cronaca

Operazione "Mare sicuro", estate di lavoro per i militari della Capitaneria di Porto

Registrato un aumento delle presenze di turisti e vacanzieri ma il numero degli interventi di soccorso/assistenza in mare e sulla costa è rimasto sostanzialmente invariato

Con la fine della stagione balneare 2022 la Capitaneria di Porto di Rimini ha diffuso i dati dell'operazione Mare sicuro che ha visto i militari vigilare lungo tutto il litorale per la sicurezza dei bagnanti e delle imbarcazioni. "Nella stagione balneare appena conclusa - spiegano dalla Capitaneria - si è registrato un sostanziale incremento delle presenze di turisti e vacanzieri presso le località rivierasche, verosimilmente anche per il favorevole andamento climatico e di conseguenza è risultata notevolmente accresciuta anche la presenza in mare di bagnanti e di unità da diporto, con afflusso particolarmente concentrato nei fine settimana; considerevole anche i numeri registrati per il traffico diportistico nautico, ma il numero degli interventi di soccorso/assistenza alle unità è sostanzialmente in linea rispetto all’anno passato e sono imputabili prevalentemente ad avarie al motore, piuttosto che difficoltà dovute alle cattive condizioni meteo marine, che in alcuni giorni hanno comportato notevoli pregiudizi ai naviganti". Il numero totale di persone soccorse è quasi simile a quello registrato nel pregresso e si è trattato per lo più di diportisti, ma anche di bagnanti, mentre il contenuto numero di persone decedute è ascrivibile per di più a malori

L’incremento dei servizi esterni d’istituto ha costituito un sicuro deterrente ed unitamente all’azione inizialmente svolta per di più in funzione preventiva, con una maggiore divulgazione delle norme di settore anche grazie al coinvolgimento dei circoli e strutture privati, ha fatto registrare una significativa riduzione dell’attività di repressione e contrasto, rispetto agli anni precedenti. "I risultati ottenuti nel corso dell’attività posta in essere nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro 2022” - concludono dalla Capitaneria - possono ritenersi sicuramente soddisfacenti, tenuto conto che si sono potuti conseguire attraverso un grande sforzo di razionalizzazione delle risorse disponibili e grazie anche alla consolidata collaborazione instaurata con le forze di polizia, gli Enti ed Amministrazioni locali, le Cooperative degli stabilimenti balneari e dei bagnini nonché con le Associazioni di volontariato operanti in ambito marittimo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione "Mare sicuro", estate di lavoro per i militari della Capitaneria di Porto

RiminiToday è in caricamento