Operazione "Pasqua sicura" dei carabinieri: 1 arresto e 16 denunce

Il bilancio finale dei carabinieri della Compagnia di Rimini ha visto effettuare 22 posti di blocco con 130 persone identificate e 94 mezzi controllati

Fine settimana di Pasqua di duro lavoro per i carabinieri della Compagnia di Rimini che, nel corso delle festività, hanno pattugliato l'intera città presa d'assalto dai turisti arrestando una persona e denunciandone altre 16 a piede libero. Nel dattaglio, a finire in manette per evasione è stato un tunisino 31enne già noto alle forze dell'ordine. Il nordafricano, già sottoposto ai domiciliari presso la propria abitazione, è stato sorpreso da una pattuglia dell'Arma mentre tornava a casa dopo essersi allontanato per andare a comprare un pacchetto di sigarette. Processato amrtedì mattina per direttissima, il giudice ha convalidato il fermo e disposto nuovamente gli arresti domiciliari in attesa della prossima udienza. Dovranno rispondere di furto un riminese 19enne, un romeno 33enne e un nuorese sorpresi a rubare in tre diversi negozi. Il ragazzino è stato pizzicato dagli addetti alla sicurezza del centro commerciale dopo aver occultato nel proprio zaino un paio di scarpe. Lo straniero, invece, è stato bloccato in un supermercato dopo essersi impossessato di alcune paia di calzini. Il sardo, in fine, aveva rubato generi alimentari per un valore di 30 euro in un altro supermercato.

Denunciato a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente un marocchino 44enne, già noto alle forze dell'ordine, controllato nei pressi della stazione feroviaria di Rimini e trovato in possesso di 6.5 grammi di hashish. Deferito per danneggiamento aggravato un 55enne originario della provincia di Campobasso, anche lui vecchia conoscenza, sorpreso da una pattuglia del Radiomobile mentre, in preda ai fumi dell'alcol, stava distruggendo una panchina in un parco di via dell'Abete. I controlli sulle strade hanno visto 11 automobilisti venire denunciati per guida in stato di ebbrezza risultati positivi all'etilometro con un tasso alcolemico superiore a 0,8 g/l. Altri 4, invece, se la sono cavata con una multa. Tutti e 15, comunque, hanno dovuto dare l'addio alle loro patenti di guida.

Il bilancio finale dei carabinieri della Compagnia di Rimini ha visto effettuare 22 posti di blocco con 130 persone identificate e 94 mezzi controllati; altre 4 persone, invece, sono state segnalate in Prefettura come assuntori di stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento