Si prostituivano vicino la chiesa di San Nicolò: scatta il blitz dei Carabinieri

Gli uomini dell'Arma del Nucleo Radiomobile, del Nucleo Operativo e della Stazione di Rimini sono stati impegnati con l’ausilio di un interprete di lingua cinese allo scopo coinvolto nell’operazione

Dopo le numerose segnalazioni giunte al 112 da parte dei residenti, alle quali si è unita anche quella di Don Dino, parroco della chiesa di San Nicolò a Borgo Marina, ed ai riscontri emerse dai servizi perlustrativi della Stazione dei Carabinieri di Rimini-Destra del Porto, relativamente alla presenza in quella zona di prostitute, gli uomini dell'Arma hanno organizzato un servizio anti-prostituzione con l’ausilio di un interprete di lingua cinese allo scopo coinvolto nell’operazione.

Sono state identificate cinque prostitute, di cui quattro cinesi ed una nigeriana, tutte nella zona adiacente la chiesa. Le donne sono state accompagnate al Comando Provinciale dove, dopo il fotosegnalamento, resosi necessario perché nessuna di loro era al momento del controllo in possesso di documenti di identità, sono risultate in regola con il permesso di soggiorno.

I servizi di contrasto alla prostituzione dell’Arma locale proseguiranno con sempre maggiore incisività anche nei prossimi giorni, con l’obiettivo di non abbassare la guardia di fronte al fenomeno che, nel periodo estivo è notoriamente in crescita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento