Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca

Operazione "Sapori d'autunno" dei carabinieri del Nas, nei guai azienda riminese

I militari dell'Arma hanno verificato la provenienza di carni suine, carni bovine, selvaggina, salumi e formaggi, funghi e tartufi

Si è conclusa con una pesante sanzione la visita dei carabinieri del Nas in un'azienda riminese che si occupa della lavorazione di carni e tartufi. L'operazione dei militari dell'Arma, chiamata "Sapori d'autunno", aveva l'obiettivo di verificare la provenienza di prodotti come carni suine, carni bovine, selvaggina, salumi e formaggi, funghi e tartufi che, in questo periodo dell'anno, approdano sulle tavole dei consumatori. Il blitz, che ha visto i carabinieri intervenire in tutta la Romagna, ha riscontrato delle irregolarità amministrative per la ditta di Rimini facendo così scattare la multa. Ben diverso il discorso in altre province romagnole dove sono stati sequestrati 5 tonnellate di alimenti non a norma, per un valore di 300mila euro.

In particolare, sono stati sequestrati oltre 150 kg di tartufo e circa 2 tonnellate di spezie, salumi e carni, tutti prodotti stoccati presso due aziende, nel ravennate e nel bolognese, privi di tracciabilità o scaduti, in diversi casi, anche da anni. Infine, nelle tra Bologna e Forlì – Cesena, presso cinque aziende, i Nas hanno sottoposto a sequestro amministrativo circa 3000 confezioni di ragù e sughi a base di selvaggina, nei quali è stata rilevata la presenza di Piombo in misura eccessiva rispetto ai limiti consentiti dalla legge, 300 kg di carni di selvaggina, 300 kg di funghi porcini congelati e tartufi sott’olio e 800 kg di confetture e sughi a base di funghi, poiché privi di tracciabilità e aventi scadenza superata anche da diversi mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione "Sapori d'autunno" dei carabinieri del Nas, nei guai azienda riminese

RiminiToday è in caricamento