Opere edilizie abusive, sanzionato il titolare di un residence di Viserbella

La struttura ricettiva visitata dagli agenti della Municipale, riscontrata l’assenza dei requisiti minimi per l'esercizio dell'attività

Non aveva alcun requisito minimo per l’esercizio dell’attività il residence di Viserbella ispezionato nei giorni scorsi dalla Polizia municipale di Rimini nell’ambito dei controlli sulla sicurezza e lo stato delle strutture ricettive del territorio. L'attività degli agenti ha evidenziato come la struttura non presentasse alcuno dei servizi che le residenze turistico - alberghiere devono offrire per legge alla clientela (dal cambio di lenzuola e biancheria ai materassi ignifughi, fino all’assenza dei servizi igienici comuni, che erano stati inglobati in un'unità abitativa realizzata abusivamente in una delle sale ad uso condiviso) in mancanza dei quali vengono meno i requisiti minimi per l'esercizio dell'attività. Durante i controlli sono poi emerse sia la realizzazione di opere edilizie abusive per aumentare la capacità ricettiva del residence sia irregolarità sotto il profilo della sicurezza dei clienti. Sul titolare, oltre all'applicazione di sanzioni amministrative pecuniarie per complessive 12.000 euro, pende anche il rischio della chiusura della attività qualora non provveda al ripristino dei requisiti necessari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento