menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ospita il fratello agli arresti domiciliari, prima la minaccia e poi evade

La convivenza si era fatta troppo pesante col ragazzo che, improvvisamente, si è trasformato in una furia dando filo da torcere agli agenti della polizia di Stato

Nella serata di martedì, verso le 21, gli agenti delle Volanti sono intervenuti in via Delle cascine dove una signora, 46enne originaria del Marocco, aveva chiesto aiuto. All'arrivo del personale della polizia di Stato, la donna ha spiegato che il fratello 34enne, attualmente agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, aveva avuto un'accesso d'ira e dopo averla minacciata era scappato. Secondo quanto emerso, a scatenare l'uomo era stata la convivenza forzata con la sorella che si era offerta di ospitarlo e la decisione di lei di revocare la disponibilità. Una scelta che, automaticamente, avrebbe visto il 34enne finire in carcere.

Gli agenti hanno così iniziato una caccia all'uomo ma, dopo averlo individuato poco lontano dalla casa, il malvivente alla vista dei lampeggiante ha nuovamente tentato la fuga. Nel cercare di scavalcare una recinzione, sormontata dal filo spinato, il marocchino è inciampato riportando una ferita al viso. Nonostante questo, il 34enne ha opposto una strenua resistenza fino a quando gli agenti sono riusciti a bloccarlo e ad ammanettarlo. Portato in Questura, è stato arrestato per evasione e trasferito nel carcere dei "Casetti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arco d’Augusto, storia di uno dei simboli di Rimini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento