Ospiti abusivi nel villino del Comune, scatta lo sgombero

Tre persone si erano insediate nella struttura, palazzo Garampi ha lasciato marcire un patrimonio da 2 milioni di euro

La Polizia Locale di Rimini con il prezioso ausilio dell’unità cinofila prosegue nella sua intensa e mirata attività di presidio del territorio, con particolare attenzione agli edifici pubblici e non che si trovano in stato di abbandono. Ultimo intervento in ordine di tempo è quello avvenuto ieri al Villino Ricci: una pattuglia della Polizia Locale con al seguito l’unità cinofila, ha proceduto allo sgombero dell’immobile, da giorni trasformato in dormitorio abusivo da tre persone. L’operazione è avvenuta a seguito di segnalazioni dei residenti della zona e dopo una serie di controlli, sia di giorno sia in orario notturno, che hanno portato ad accertare la presenza in pianta stabile di tre persone all’interno della struttura. Ieri al momento dell’intervento di sgombero e bonifica dello stabile, avvenuto in collaborazione con una squadra di Anthea, le tre persone non erano presenti, ma erano già state identificate e dunque segnalate alle autorità competenti.

Villa Ricci era già balzata agli onori delle cronache quando, nel maggio del 2015, era stata occupata abusivamente dal centro sociale di Casa Madiba durante un blitz sotto gli occhi delle forze dell'ordine. In quella occasione ne era nata una prova di forza tra gli attivisti e il Comune, proprietario dell'immobile avuto in eredità nel 2007 alla morte della maestra Teresa Ricci, che aveva portato a pesanti scontri tanto che anche palazzo Garampi era stato assaltato dagli estremisti. Poi sgomberato dalle forze dell'ordine, il villino del valore di 2 milioni di euro era tornato ad essere abbandonato a se stesso ma dal suo interno erano sparite tutte i mobili d'antiquariato di valore e decine e decine di mobili antichi oltre ad effetti personali della maestra Ricci, libri e vecchie raccolte de 'La domenica del Corriere'.

Oltre al Villino Ricci, nelle ultime ore le pattuglie della Polizia Locale hanno continuato a presidiare altre zone della città intervenendo con controlli mirati al Parco Alba Adriatica a Miramare, alla Colonia Bolognese e in due hotel dismessi nella zona sud del territorio. “Anche in questo caso gli agenti hanno potuto contare sull’unità cinofila, che si sta rivelando di grande supporto per l’attività delle donne e degli uomini del Corpo, grazie all’effetto deterrente della loro presenza e soprattutto perché rappresentano un elemento di tutela per il personale impegnato nelle attività più delicate – sottolinea l’assessore alla sicurezza Jamil Sadegholvaad – Anche grazie all’unità cinofila la Polizia Locale può procedere con sempre più efficienza e rapidità a questa azione sul fronte dell’antidegrado che interessa tutto il territorio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre nella giornata di ieri un’altra pattuglia della Polizia Locale era in servizio in centro storico per l’abituale attività di presidio al mercato settimanale. Nel corso della mattinata due agenti sono state raggiunte da una donna, che aveva appena subito il furto di un portafoglio dalla propria borsa mentre si stava provando degli abiti in uno dei banchi del mercato. La donna ha segnalato al personale della Polizia Locale la presenza di due ragazze, che in quel momento si aggiravano ancora tra i banchi del mercato e che si erano avvicinate ad un’altra donna probabilmente nel tentativo di ripetere il furto. Alla vista degli agenti, le ragazze hanno tentato la fuga ma sono state prontamente raggiunte dalla Polizia Locale che ha ritrovato il portafoglio appena rubato. Le due giovani donne, di nazionalità bosniaca ma residenti a Rimini e sulle quali pendevano precedenti specifici, sono state quindi denunciate per furto con destrezza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regolamento di conti per droga sfocia in tentato omicidio: giovane lotta per la vita, due arresti

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

  • Riempie di botte la compagna, i vicini chiedono aiuto per fermare la violenza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento