Paesani denuncia: "Mia moglie aggredita durante la manifestazione"

L'imprenditore lancia la polemica: "Ciò che lascia perplessi al di là del gesto è che nessuna delle istituzioni riminesi ha manifestato segnali di solidarietà"

Si è conclusa con diversi strascichi la manifestazione di M.i.o. (Movimento Imprenditori Ospitalità) Emilia Romagna, tenutasi sabato pomeriggio in piazza Cavour a Rimini con la partecipazione di Diego Fusaro dove, secondo quanto denunciato dal responsabile regionale Lucio Paesani, la moglie dell'imprenditore sarebbe stata aggredita. A raccontare la vicenda, prima sui social e poi in un comunicato stampa, è stato lo stesso Paesani intervenuto in prima persona nel tafferuglio. "Un giovane forse alticcio - racconta Paesani - con un amico ha iniziato a creare problemi durante il comizio forse scambiandomi per Matteo Salvini. Mentre stavo parlando ho sentito le provocazioni e, poi, è nato un tafferuglio sulla scalinata del teatro durante il quale mia moglie è stata colpita al volto da un pugno e sono intervenuto immediatamente". Un tafferuglio subito placato dalle forze dell'ordine presenti, carabinieri e Digos, che però non avrebbero assistito al fatto incriminato dove ad avere la peggio è stata la moglie dell'imprenditore e responsabile regionale di Mio e di Assointrattenimento. "Le persone coinvolte sono state identificate" ha aggiunto Paesani per poi raccontare la sua versione sui social. "Ciò che lascia perplessi al di là del gesto in quanto tale - ha poi dichiarato l'imprenditore in una nota stampa diffondendo anche le foto del livido riportato dalla moglie al volto - è che nessuna delle istituzioni riminesi ha manifestato alla donna nessun segnale di solidarietà. Nel territorio la politica locale parla molto di violenza sulle donne e di quanto sia ignobile porla in essere ma, in questo caso, è calato il silenzio proprio da chi stigmatizza con fermezza questi reati ogni giorno". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento