Pala Master Of Magic, si apre a Rimini il Campionato Mondiale di Magia

Illusionisti da tutto il mondo riuniti al Palacongressi per dare prova della loro abilità

Sono già arrivati più di 2.800 tra maghi e illusionisti protagonisti fino a sabato 11 luglio, nel “Pala Master Of Magic”, di “FISMITALY 2O15”. “La magia è l’arte che trasforma i sogni in realtà. Oggi un sogno nato tre anni quando conquistammo la candidatura per il mondiale è diventato finalmente realtà e premia il lavoro di un grande gruppo di lavoro e un altrettanto grande sforzo collettivo di tutta la magia italiana”. Con queste parole Walter Rolfo, presidente del comitato organizzatore della manifestazione e fondatore di “Master of Magic”, ha aperto lo spettacolo del primo pomeriggio con cui il mondiale ha tagliato il nastro di partenza. E dopo il saluto istituzionale del presidente di FISM (Fédération Internationale des Sociétés Magiques), l’italiano Domenico Dante, spazio solo allo spettacolo e alla magia. Primo sul palco Silvan. “Il mago che con i suoi giochi e libri ha appassionato me e decine di maghi italiani all’arte dell’illusione”, ha ricordato Rolfo presentandolo. Silvan ha fatto levitare con assoluta naturalezza, dopo averla ipnotizzata, una delle sue assistenti di scena. 

Max Maven, il mentalista amato del regista Orson Welles e finito per il successo dei suoi show sulla prima pagina del N.Y Times, ha invece chiesto a una persona del pubblico di indicare ai suoi vicini il nome di uno dei 150 maghi scritti sul programma del mondiale. Magia riuscita e nome indovinato: il portoghese Luis De Matos. Il francese Xavier Mortimer ha invece giocato tra ombre e luci pronte a trasformarsi in realtà e Paul Daniels,il mago che ha lasciato senza parole la Regina Elisabetta II, ha stupito tutti e in particolare il suo giovanissimo assistente, un bambino scelto tra il pubblico, usando due semplicissimi oggetti un bicchiere e una pallina. 

Mentre, l’ensamble più famoso del mondo Magus Utopia,11 straordinari maghi, è sceso e salito dal palco coinvolgendo il pubblico all’interno della loro performance. Un numero subito seguita dalla verve comica di Finn Jon. Applauditissima chiusura con eleganza, stile, e garbo quasi minimalistico. Con solo un mazzo di carte in grado di apparire e scomparire tra le sue mani da Yu Ho Jin, il coreano campione del mondo in carica, è arrivata una vera lezione di prestitidigitazione al suo livello più alto e sorprendente. Ovvero le mani e la loro straordinaria capacità di manipolare ogni oggetto. Da sempre la base dello stupore e dell’emozione regalata al pubblico da ogni mago.

Il Campionato Mondiale di Magia "FISM" è, tuttavia, finito nel mirino di una serie di associazioni che hanno presentato un esposto alle Procure della Repubblica di Rimini e Parma da Alfredo Barrago, illusionista conosciuto per i suoi effetti inediti e avveniristici. Lo riportano in una nota European Consumers, consorzio di associazioni di consumatori, e Osservatorio Antiplagio, comitato di volontariato che proprio con Alfredo Barrago ha sempre smascherato sedicenti maghi e medium. Barrago, che aveva superato tutte le selezioni fino alla semifinale di Parma del 22 marzo 2015, finanziata con 43.344€ di denaro pubblico dalla Giunta Pizzarotti (M5S), era stato poi escluso dal Campionato Mondiale di Rimini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'esposto - come riporta ancora la nota di European Consumers e Osservatorio Antiplagio - elenca tutta una serie di irregolarità che ora dovranno essere vagliate dall'autorità giudiziaria. Ingiusta applicazione del regolamento; composizione disinvolta della giuria, con sostituzione all'ultimo momento di 3 componenti su 6; mancato rispetto dei tempi di esibizione, a beneficio di un concorrente; promozione a tavolino di un mago che alle semifinali di Parma non ha eseguito il suo "numero"; mancata restituzione di 600€ per partecipare al Campionato Mondiale, al quale Barrago (per ovvi motivi) non presenzierà: questi alcuni addebiti piovuti addosso ai responsabili italiani del Campionato Mondiale "FISM". L'esposto sarà seguito da una citazione in sede civile contro "Masters of Magic", organizzatore dell'evento, promossa sempre da Alfredo Barrago insieme ad European Consumers.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento