rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

“Parole che creano ponti”: studenti dell'Einstein e della scuola media Igea uniti nel contrasto al bullismo

La presentazione di alcuni elaborati nati dallo scambio nell’ambito del progetto ‘Da spettatori a protagonisti’- III Edizione

Una mattinata piena di spunti di riflessione e di emozioni quella di oggi al Liceo Einstein che ha visto protagonisti i liceali della II C insieme agli alunni della classe II A della scuola media Igea. Un gemellaggio inedito, nato all’interno del progetto ‘Da spettatori a protagonisti’- III Edizione. Una delle principali novità dell’edizione 2021-2022 del progetto di contrasto al bullismo e cyberbullismo sostenuto da Gruppo SGR, rispetto alle precedenti edizioni rivolte esclusivamente alle scuole superiori, è l’ampliamento della platea anche alle scuole medie, allo scopo di costruire un ponte di collegamento in un'età che è fondamentale nel processo di crescita e che nella transizione scolastica genera spesso l'ingresso in una dimensione che modifica riferimenti e comportamenti. Il progetto nel 2022 s’è ampliato ulteriormente e coinvolge sessanta classi e complessivamente 1300 studenti riminesi.

Le due classi, guidate dalle rispettive insegnanti Claudia Macrelli e Chiara Franchini, si sono confrontate sul tema dell’amicizia come valore fondamentale nel contrasto al bullismo e come legame in grado di cementare il gruppo all’interno della classe. Da questo scambio sono nati la canzone “Le parole sono un ponte”, ritmata dai ragazzi della IIA di Igea con strumenti creati da materiali di recupero, e un opuscolo che raccoglie i testi dei ragazzi. I due prodotti sono stati presentati nell’incontro di questa mattina, nel quale si è riflettuto anche sul corretto utilizzo delle parole per creare legami anziché dividere. La presentazione è stata seguita attentamente dalla Vicesindaca e Assessora ai servizi educativi del Comune di Rimini Chiara Bellini.

“Ascoltare i testi elaborati nell’ambito di questo progetto mi ha commosso -ha spiegato -. Le parole sono molto importanti. Oggi ne abbiamo ascoltate di significative. Usare le parole giuste cambia il modo di rapportarsi e i risultati che si possono ottenere. L’impegno che mi sono presa è quello di essere sempre gentile con tutti. Essere persone gentili ed essere degli amici leali ci fa ottenere molto di più”.  Ad aprire gli interventi della mattinata è stato Bruno Tani, amministratore delegato di Gruppo SGR. “SGR crede fortemente nel valore del progetto ‘Da spettatori a protagonisti’ per il contrasto di fenomeni sempre più diffusi come bullismo e cyberbullismo – il suo commento -. Quest’anno l’asticella si alza con l’introduzione di questo ponte tra scuole medie e superiori, che crediamo possa essere di sostegno ai ragazzi nel non semplice passaggio da un ordine scolastico all’altro. I frutti di questo scambio, che abbiamo potuto apprezzare oggi, ci dicono che abbiamo visto giusto”. Presenti all’incontro il Preside della Scuola media statale Igea Marco Dall’Agata e la vicepreside del Liceo Einstein Daniela Trausi. Ulteriori informazioni sul progetto “Da Spettatori a Protagonisti”, coordinato dalle referenti Nicoletta Renzi e Primula Lucarelli, sono disponibili sul sito www.sgrscuole.it. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Parole che creano ponti”: studenti dell'Einstein e della scuola media Igea uniti nel contrasto al bullismo

RiminiToday è in caricamento