rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca San Giuliano / Via Ennio Coletti

Parte dai banchi di scuola il progetto di promozione del Lungofiume dei capanni

Gli studenti del Liceo Valgimigli stanno dando in questi giorni il loro contributo per realizzare i materiali di comunicazione del percorso turistico-culturale

Parte dai banchi di scuola il progetto per la realizzazione di un percorso turistico-culturale di promozione e valorizzazione dei luoghi della cultura e delle tradizioni della Marineria riminese. Gli studenti del Liceo Valgimigli stanno dando in questi giorni il loro contributo per realizzare i materiali di comunicazione del percorso turistico-culturale “Il lungofiume dei capanni, museo diffuso della pesca”, un patrimonio di informazioni e immagini che racconterà, attraverso bacheche informative, la storia e le tradizioni della Marineria riminese, conducendo il visitatore agli antichi borghi marinari di San Giuliano e ai luoghi della cultura del mare, delle tradizioni e dell’arte della Marineria riminese. Passando da quel luogo insolito e carico di poesia che è il Lungofiume degli artisti, da scoprire passeggiando fra i murales che raccontano la storia del luogo e i trabucchi, le caratteristiche casette dei pescatori a palafitta sul mare.

Il progetto, che ha ottenuto un contributo dal Flag Emilia Romagna, prevede la realizzazione di bacheche informative, con testi anche in lingua inglese, che saranno installate sui parapetti dei belvederi esistenti in sponda destra e sinistra del lungofiume “Deviatore Marecchia”, nella zona centrale del tratto di lungofiume che si sviluppa dal Ponte di Via Coletti fino agli ultimi capanni a mare. Le attività di comunicazione saranno realizzate con il coinvolgimento dei centri di studio e di valorizzazione delle tradizioni della Marineria riminese, delle scuole, dei soggetti istituzionali che si occupano di promozione turistica, degli operatori turistici e delle realtà civiche già attive sul territorio.

La collaborazione con le scuole e le associazioni del territorio è già iniziata in questa prima fase, sia con la partecipazione delle associazioni E'Scaion, Vele al Terzo e Lega Navale alla fase di progettazione e al Comitato Tecnico Scientifico, sia con il coinvolgimento di alcune classi delle scuole (Liceo Classico e Liceo Linguistico Valgimigli) che, sotto la guida del Comune di Rimini, stanno collaborando alla stesura e traduzione in lingua dei contenuti informativi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte dai banchi di scuola il progetto di promozione del Lungofiume dei capanni

RiminiToday è in caricamento