Partiti i test sierologici a tappeto sugli agenti della polizia Municipale del distretto sud

L'assessore Raffaelli: “L’amministrazione ha sempre creduto in un avvio della Fase 2, partendo dalla sicurezza sul posto di lavoro”

Screening sierologici, da domani fino a sabato, gli agenti della Polizia Locale del distretto Sud saranno sottoposti a test veloci presso l’ospedale Ceccarini di Riccione, utilizzando la parte di ingresso dedicato. Divisi in due turni, 10-11, 11-12 del mattino, 15-20 agenti al giorno, fino a sabato quando tutto il corpo sarà stato sottoposto ai test. I test rapidi saranno eseguiti dall’Ausl. In caso di positività ad uno degli anticorpi del Covid-19, si procederà all’analisi del sangue per eventuale conferma. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Quello dei test sierologici per le Forze dell’ordine, per tutti i dipendenti pubblici e per quelli privati nelle aziende, come da protocolli sanitari approvati dalla Regione, sono stati un nostro cavallo di battaglia nelle ultime settimane e siamo lieti che finalmente siano messi in pratica - ha detto l’assessore alla Sicurezza Elena Raffaelli -. E’ innegabile che la sicurezza sul posto di lavoro, in special modo per le categorie più a rischio, come le Forze dell’Ordine, i sanitari e poi anche tutte le altre categorie pubbliche e private, deve essere un pilastro per la Fase 2. Senza, non ci può essere tranquillità per tutti i cittadini, è per questo motivo che abbiamo spinto la Regione a creare una lista di laboratori analisi privati autorizzati, affinché gli operatori in grado di testare la popolazione siano in un numero sufficiente e che quindi si agisca alla svelta. La Giunta pensa che sia giusto dare la possibilità a tutti del test, soggetti pubblici e privati che siano, e laddove ci sarà un costo da sostenere si devono poter prevedere soluzioni per calmierare il mercato e perché no anche facendo ricorso alla solidarietà tra persone come il test sospeso”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

  • Vede la Polizia e si catapulta fuori dall'auto in corsa: raggiunto dopo un'estenuante fuga per i campi

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Riempie di botte la compagna, i vicini chiedono aiuto per fermare la violenza

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento