menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Partito il censimento dei passi carrai di Riccione

Il mancato pagamento del canone per l’occupazione del suolo pubblico comporta la riscossione coattiva

Un gruppo di lavoro per avviare il censimento dei passi carrabili. Dopo la scadenza del 31 ottobre 2016, termine fissato per la compilazione del modulo di autocertificazione necessario al rilascio dell’autorizzazione, partirà l’attività di un gruppo, come stabilito nell’ultima seduta della Giunta Comunale, costituito da personale della Polizia Municipale, Ufficio Tributi e Geat. Il censimento verrà effettuato tramite una capillare rilevazione del territorio comunale e di bonifica degli archivi comunali. L’ultimo censimento dei passa carrabili risale ad oltre 20 anni fa, da qui la necessità di effettuare una “ demografia” dei passi/ accessi carrai con la predisposizione di schede integrative a quelle esistenti in maniera da verificare l’esistenza di occupazioni già dichiarate e l’inserimento di nuove.

Il Comune di Riccione che ha applicato la Tosap fino al 31/12/2015 per poi procedere da gennaio 2016 all’entrata in vigore della C.O.S.A.P. ,attraverso la fotografia del territorio tramite censimento, potrà meglio raggiungere una maggiore equità fiscale e applicare una rimodulazione tariffaria. A distanza dell’ultimo censimento si presuppone ci siano state variazioni per cui occorre dare il via ad una nuova raccolta dati per individuare i passi carrabili preesistenti da quelli nuovi.

“Sul territorio di Riccione –afferma l’assessore al Bilancio Giovanni Bilancioni – insistono 6.416 passi carrai censiti, era necessario introdurre un riordino complessivo per individuare i cittadini che usufruiscono dell’occupazione del suolo pubblico e che quindi sono tenuti al pagamento della Tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche. Andiamo così ad avviare una generale ricognizione e riassetto dei passi carrabili esistenti anche per fermare l’accumulo di più annualità della Cosap”.

Il passo carrabile, come disposto dal regolamento comunale, è un accesso, anche a raso, ad un’area laterale idonea allo stazionamento di uno o più veicoli ed è identificato da un apposito cartello che riporta il nome e lo stemma del comune che lo ha autorizzato e che va affisso sul confine tra la proprietà privata e il suolo pubblico in maniera che sia ben visibile dalla carreggiata. Il passo carrabile si riferisce ad un’occupazione dove insiste davanti un marciapiede, uno scivolo o un manufatto mentre l’accesso carrabile ad un cancello a raso. Il mancato pagamento del canone per l’occupazione del suolo pubblico comporta la riscossione coattiva mediante ruolo o mediante l’emissione di ingiunzione di pagamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Simona Ventura fa tappa anche in un famoso locale della Valmarecchia

social

Rimini sotterranea tra misteri e curiosità

social

Cassoni riminesi, la ricetta per farli in casa

Attualità

Verucchio, inaugurata dal sindaco una nuova pizzeria d'asporto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Speciale

    In fila alla cassa o sdraiati sul divano?

  • Cronaca

    Un videogame ambientato a Rimini coi personaggi della città

  • Video

    VIDEO | Tromba d'aria in mare

Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento