Cronaca

Pasqua in Romagna: ecco tutte le idee per una vacanza o una gita fuoriporta

Arte, sci, relax termale, parchi divertimento e tanti eventi con le strutture alberghiere che si sono messe in moto per accogliere i turisti

La Pasqua in Emilia-Romagna offre arte, sci, relax termale, parchi divertimento e tanti eventi con le strutture alberghiere che si sono messe in moto per accogliere i turisti, con quasi mezzo milione di posti letto in tutto il territorio. In Riviera, per esempio, saranno 1.400 gli alberghi aperti (con 90.000 posti letto disponibili, a cui si sommano gli 80.000 di campeggi e villaggi e i 50.000 degli alloggi privati), mentre nelle Citta' d'Arte sono a disposizione 30.000 posti letto alberghieri (e 47.000 extralberghieri), e le localita' termali e quelle appenniniche contano rispettivamente 12.000 posti letto (20.000 gli extralberghieri) e 13.000 posti letto (90.000 gli extralberghieri). Partendo dall'arte, a Forli' c'e' la mostra su Caravaggio, a Bologna quella della fotografa Vivian Maier o ancora, nel piacentino, al Castello di Rivalta "Viaggio in Europa", con 104 incisioni che al buio, grazie alla retroilluminazione, si trasformano in visioni notturne della stessa scena ritratta. Fino al 3 giugno. (www.castellodirivalta.it). In provincia di Parma, all'Abbazia di Valserena "Ettore Sottsass. Oltre il design", fino all'8 aprile (https://www.csacparma.it/mostrasottsass/) e a Modena al Palazzo dei Musei e al Museo Diocesano c'e' "On the Road. Via Emilia 187 a.C.-2017". Fino all'1 luglio (https://turismo.comune.re.it/it/eventi). Sempre a Modena, la Galleria Civica celebra Ad Reinhardt (New York, 1913-1967) e le sue vignette satiriche. E poi al Museo della Figurina "World Masterpiece Theater - Dalla letteratura occidentale all'animazione giapponese" (https://www.visitmodena.it), a Bologna al Mambo "Revolutija" (www.mostrarevolutija.it), solo per fare qualche esempio.

Per chi ama la neve e' ancora aperto il Comprensorio modenese del Cimone, col pacchetto con tre pernottamenti in hotel due o tre stelle, mezza pensione, quattro giorni di skipass (www.vallidelcimone.it). Oppure ci sono il Corno alle Scale, o Cerreto Laghi, nel comprensorio Reggiano, dove il Sabato Santo e' stata organizzata un'escursione sulle ciaspole sul Monte Nuda. Sono aperti anche i parchi di divertimento romagnoli, con otto strutture come il Safari Ravenna, l'Italia in Miniatura a Rimini, la Casa delle Farfalle a Milano Marittima, il Centro Visite Saline a Cervia, l'Acquario di Cattolica, Oltremare di Riccione, Fiabilandia a Rimini e Mirabilandia nel ravennate. Massaggio corpo, relax, benessere termale, cura di se' sono invece le offerte delle terme, da Bagno di Romagna a Monticelli (Parma) alle Terme della Salvarola nel modenese o quelle di Castrocaro. Alberghi e terme di Riolo, nel ravennate, hanno pensato invece ai bambini con la ricerca delle uova nascoste nel parco termale.

Passando allo sport, a Riccione, Rimini e Cesenatico tornano i "grandi classici", come il Beach Line Festival, il piu' grande evento mondiale dedicato al volley sulla sabbia (info: www.beachline-festival.de) o il Paganello, la Coppa del Mondo di Beach Ultimate. A Cesenatico sono attese circa 100 imbarcazioni ed equipaggi provenienti da tutta Italia, ma anche da diversi Paesi europei, per le Vele di Pasqua, tradizionale manifestazione velica aperta alla partecipazione di tutti i catamarani. Gli amanti del cibo possono scegliere Piazzale Fellini di Rimini con lo Street Food Truck Festiva o Brisighella (Ravenna), con la Sagra dei salumi stagionati e del tartufo marzolino.

Infine la tradizione, con la Via Crucis di Frassinori nel modenese o l'antica processione a Montefiore Conca (Rimini). A Tredozio, in provincia di Forli'-Cesena, si terranno la Sagra e il Palio dell'Uovo, con la "battaglia delle uova" crude, che vede contrapposte a rotazione le coppie dei Rioni in un incontro di abilita' e precisione, con il lancio di 600 uova per ogni tornata Uova protagoniste anche a Pievelago (Modena), con 'Coccin Coccetto', tradizionale festa con centinaia di uova colorate. Rivive un'usanza molto antica e assai coinvolgente nella sua semplicita': due contendenti picchiano tra loro le punta delle loro uova sode, solitamente dipinte con colori vivaci, ed il possessore dell'uovo che si rompe per primo ('cocciato') deve cedere il proprio uovo al vincitore. 
(Agenzia Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasqua in Romagna: ecco tutte le idee per una vacanza o una gita fuoriporta

RiminiToday è in caricamento