Pasqua sicura con i Carabinieri, in azione 395 pattuglie

Gran lavoro per i Carabinieri del Comando Provinciale di Rimini per il lungo ponte di Pasqua. Centinaia i militari impegnati in incessanti servizi di prevenzione sulle strade del territorio per un totale di ben 395 pattuglie

Gran lavoro per i Carabinieri del Comando Provinciale di Rimini per il lungo ponte di Pasqua. Centinaia i militari impegnati in incessanti servizi di prevenzione sulle strade del territorio per un totale di ben 395 pattuglie. I Carabinieri, sia in uniforme che in borghese, hanno presidiato le zone di maggior afflusso turistico (lungomare, spiagge, locali e alberghi), con servizi a piedi, moto ed in auto, ma anche i quartieri più isolati, soprattutto al fine di prevenire i furti in abitazione.

A Riccione, i militari dell’Aliquota Radiomobile hanno denunciato tre prostitute romene, di età compresa tra i 22 ed i 24 anni, ed un cagliaritano di 48 anni per inottemperanza al foglio di via. Deferito in stato di libertà un serbo di 24 anni, residente a Rimini, perchè responsabile di guida senza patente. A Rimini i militari dell’Aliquota Operativa hanno segnalato come assuntori di stupefacenti un riminese di 18 anni, trovato con 0,35 grammi di hashish, uno studente di 16 anni, che aveva 2 grammi di hashish, ed un marocchino di 32 anni, che aveva 0,9 grammi di cocaina.

A Rimini, nel contesto delle attività volte al contrasto della prostituzione su strada, i militari della locale stazione hanno sorpreso sei rumene, di età compresa tra i 21 ed i 37 anni ed una “lucciola” polacca di 20 anni mentre si stavano prostituendo lungo viale Principe Amedeo ed in via Dardanelli. Le stesse sono state denunciate per inosservanza al foglio di via. Altre due “lucciole” romene sono state sorprese in viale Principe di Piemonte dai militari della stazione di Rimini-Miramare.

Anche loro sono state denunciate per inottemperanza al foglio di via. I militari dell’Aliquota Radiomobile hanno deferito in stato di libertà due automobilisti poiché sorprese alla guida con un tasso alcolemico superiore a 0,80 g/l, mentre altre due sono state denunciate perché avevano un tasso superiore a 1,50. Patenti ritirate e denunce anche per due automobilisti che si sono rifiutati di sottoporsi al test dell’etilometro.

A Montescudo, i militari della locale Stazione Carabinieri hanno arrestato un milanese di 39 anni, residente a Misano Adriatico, ma domiciliato nella comunità teraperutica ubicata in Monte Colombo, in ottemperanza ad un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso il 27 marzo scorso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Modena, dovendo espiare la pena residua di 11 mesi e 24 giorni di reclusione, poichè responsabile di reati in materia di stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento