Pasticcio della Telecom: "I clienti chiamano il mio albergo ma gli risponde un concorrente"

Odissea per un hotel di Riccione che, dopo una settimana di disservizi, si è visto aggiungere la beffa del numero sbagliato

Una settimana da incubo per un albergo di Riccione che, a causa dei disservizi dell'operatore telefonico,si è visto soffiare i turisti che volevano trascorrere in Riviera il fine settimana e il ponte del 1 novembre. A fare fuoco e fiamme sono i titolari dell'hotel Des Nations che, per colpa della Telecom, segnalano di "aver avuto un perdita di presenze per circa 8000 euro rispetto all'incasso dello scorso anno". "E' una settimana - spiegano dal 4 stelle riccionese - che abbiamo il telefono muto senza che ci arrivasse nessuna segnalazione da parte del gestore. Questo, già di per sè, è una cosa vergognosa perchè ci avrebbero potuto, come minimo, avvisare. E' così iniziata l'odissea coi vari call center e, nonostante avessimo chiesto di deviare momentaneamente la linea su una diversa utenza per poter essere raggiungibili dai nostri clienti, questo non è stato fatto. Arriviamo a venerdì scorso quando, finalmente, il telefono riprende a dare segni di vita ma è a questo punto che avviene l'incredibile".

"Uno dei numeri - prosegue il titolare - pur permettendo di fare le telefonate non le riceve mentre, a quello principale a cui si rivolgono i clienti, risponde un altro hotel vicino al mio. Ho dovuto sollecitare una deviazione di chiamata sul mio cellulare ma, ormai, il danno era fatto e il fine settimana andato. Numerose persone non hanno potuto contattarci, in quanto il telefono dava il segnale di occupato, pertanto non è stato possibile prendere prenotazioni anche di chi semplicemente aveva necessità di informazioni prima di confermare, dando l'idea dell'hotel chiuso. Pertanto ho avuto una perdita di presenze di questo fine settimana più il ponte dei morti per circa 8000 euro rispetto all'incasso dello scorso anno. I gestori della telefonia dovrebbero dare segnalazioni immediate di guasti di così lunga durata, in maniera tale da permettere ai clienti di prendere delle contromisure, e, soprattutto, dovrebbero sbrigarsi a ripararlo in fretta. Non trovo ammissibile che ormai nel 2018 ci voglia più di una settimana per sistemare le linee e che si assegni il mio numero ad un altro hotel".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento