menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La patata di Montescudo chiede l'iscrizione nei 'Prodotti Tradizionali'

La Provincia di Rimini e il Comune di Montescudo presenteranno alla Regione la domanda per l'iscrizione della "Patata di Montescudo" nell'Elenco Regionale dei Prodotti Tradizionali

La Provincia di Rimini  settore agricoltura insieme al  Comune di Montescudo  presenterà entro il 31 ottobre alla Regione Emilia-Romagna la domanda per l’iscrizione della “Patata di Montescudo” nell’Elenco Regionale dei Prodotti Tradizionali . Tale iscrizione è riservata a quegli alimenti unici per gusto e tradizione derivanti da particolari caratteristiche inimitabili e inscindibili dal territorio. Fa parte del sistema delle denominazioni d’origine previste dalle norme  per tutelare i prodotti agro-alimentari tipici. E’ grazie, infatti, a questi sistemi che il consumatore può riconoscere e scegliere la qualità e l’autenticità dei prodotti.

Da sempre il territorio di Montescudo è particolarmente vocato alla produzione della patata, che trova nel suo particolare ambiente climatico condizioni favorevoli per prodotti di qualità. La raccolta (particolarmente ricca nelle frazioni Albereto, Gaiano e Trarivi) è ancora manuale e rispetto i tempi della natura, la conservazione avviene rigorosamente in piccole casse collocate in locali bui e a basse temperature costanti. La Patata di Montescudo è commercializzata dai produttori locali sin dagli anni ’60 e rappresenta il prodotto di punta sia della “sagra della Patata”, che si svolge a Montescudo sin dal 1972, sia della tradizionale Fiera dei Prodotti agricoli e artigianali di Montescudo, giunta alla sua undicesima edizione.
 
Il Sindaco di Montescudo, Ruggero Gozzi, sottolinea come tale iscrizione “possa rappresentare il giusto riconoscimento ai tanti produttori locali che stanno investendo tanta passione, risorse e professionalità nella produzione e promozione della patata di Montescudo. Non solo, si tratterebbe di un importante volano economico e turistico per il nostro territorio e la nostra comunità. Siamo convinti e orgogliosi della qualità dei nostri produttori, attendiamo dunque fiduciosi l’esito della domanda, confidando in un esito positivo”.
 

“La Provincia di Rimini punta molto sulla valorizzazione delle tante tipicità locali– spiega l’Assessore alle Attività Produttive della Provincia di Rimini, Juri Magrini, che aggiunge – “dopo l’importante riconoscimento del marchio IGP alla Piadina riminese, stiamo lavorando affinché anche altri prodotti vengano finalmente valorizzati e promossi tramite questo importante riconoscimento”
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento