Patto di sindacato Hera, Coriano vota l'uscita dall'accordo

L'Amministrazione pronta a cedere le azioni della Società come ha appena fatto per le azioni di Rimini Terme e come farà per altre azioni delle partecipazioni del Comune di Coriano

La Lista Civica Progetto Comune nel proprio programma elettorale riporta la volontà che gli Amministratori una volta eletti ridiscutano completamente i rapporti con i fornitori di servizi in modo tale che l’Amministrazione dovrà essere libera per esercitare un controllo sugli stessi.
Tale dichiarazione d’intenti trova la sua formalizzazione nel Documento Unico di Programmazione in cui l’Amministrazione ha indicato per ogni Società partecipata la linea di indirizzo. Per quanto riguarda il servizio di Raccolta e spazzamento rifiuti, il Comune di Coriano ha come gestore affidatario la società Hera S.p.a. di cui oltre che ad essere controllore , risulta come Socio e quindi controllato e persino legiferatore.
Nel Prossimo Consiglio Comunale l’Amministrazione di Coriano è chiamata, per la prima volta dal suo insediamento, a riaderire al Patto di Sindacato e di voto in scadenza, ovvero ad aderire ai Comuni che esercitano e garantiscono il controllo pubblico della Società Hera Spa. La validità di questo nuovo patto di Sindacato non sarà triennale ma semestrale, in attesa del rinnovo dello statuto per adeguarsi alle
modifiche previste dalla Legge di Stabilità 2015.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Qualunque sia la durata e le modifiche statutarie - viene specificato in un comunicato stampa - l’Amministrazione di Coriano ha deciso di non sottoscrivere, seguendo le sue linee programmatiche, il Patto di Sindacato e di liberare le circa 30.000 azioni dai vincoli del Patto stesso. Successivamente la scelta sarà quella di cedere le azioni della Società come abbiamo appena fatto per le azioni di Rimini Terme e come faremo per altre azioni delle partecipazioni del Comune di Coriano con altre Società non strategiche. La motivazione di questa Amministrazione è la necessità di stabilire un rapporto chiaro e definito Cliente Fornitore, Controllore Controllato, secondo il principio che la Politica debba agire per il bene esclusivo diretto od indiretto dei Cittadini. Premesso che l’Amministrazione di Coriano possiede ad oggi una quantità irrisoria del totale del Patto di Sindacato e quindi un peso insignificante sulle decisioni dell’Azienda Hera Spa, tale scelta non avrà alcun contraccolpo sull’equilibrio societario e permetterà all’Amministrazione di perorare con più forza e indipendenza la proposta nelle sedi opportune di affidamento a società “in house” o gara a doppio oggetto, alternative alla Gara ad evidenza pubblica europea".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento