menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pattuglione dei carabinieri a caccia di sbandati nei parchi, nelle colonie e sulla spiaggia

Una 24 ore di controlli straordinari del territorio per i militari dell'Arma riminesi che hanno visitato i luoghi più "caldi" della città

Le ultime 24 ore sono state di intenso lavoro per i carabinieri del comando provinciale di Rimini che, da mercoledì all'alba di giovedì, hanno eseguito una serie di blitz nei luoghi più "caldi" della città per combattere degrado e criminalità. I controlli sono partiti nel pomeriggio del 30 luglio quando, insieme agli agenti della polizia Municipale che li hanno supportati con l'ausilio dei cani antidroga, i militari dell'Arma hanno passato al setaccio il parco XXV Aprile identificando una trentina di giovani intenti a bivaccare. Grazie al fiuto dei cani antidroga è stato possibile recuperare tre involucri contenenti complessivamente grammi 20 circa di sostanza stupefacente di tipo marijuana, nascosti in anfratti tra gli alberi e l’alta vegetazione. A finire nei guai è stato un 16enne, scovato con un grammo di "erba" in tasca, segnalato alla Prefettura come assuntore. Denunciata per evasione, invece, una 25enne che nonostante fosse sottoposta alla misura degli arresti domiciliari è stata trovata a zonzo. Arrestata e portata in caserma, la ragazza a seguito del giudizio del giudice monocratico è stata condannata alla pena di mesi 10 di reclusione ed il ripristino degli arresti domiciliari.

I controlli sono proseguiti all'alba di giovedì quando i carabinieri, sempre col supporto della Municipale, hanno eseguito un blitz nella zona del porto di Rimini sulla spiaggia tra piazzale Boscovich e l'ex delfinario dove alcuni ragazzi avevano allestito una tendopoli. Sotto gli accampamenti sono state identificate 8 persone, tutti extracomunitari già noti alle forze dell'ordine, tra cui un 25enne marocchino che è stato denunciato a piede libero perché inottemperante all’obbligo di espulsione dal territorio nazionale emesso dal Questore di Modena. Un secondo blitz è stato fatto anche all'interno dell'ex hotel delle Nazioni, a San Giuliano, le cui stanze diroccate sono rifiugio per sbandati di ogni genere. Nella struttura fatiscente sono stati scovati 12 extracomunitari che avevano allestito dei giacigli di fortuna che sono stati fatti sgomberare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Pizza integrale in padella da preparare a casa

Alimentazione

I 10 food trend del 2021, più attenzione a salute e ambiente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento