Cronaca

Paura ai "Casetti", detenuto aggredisce agente e cerca di strangolarlo

L'uomo salvato dal provvidenziale intervento degli altri carcerati intervenuti per soccorrerlo

Momenti di tensione, nel tardo pomeriggio di domenica, nel carcere riminese dei "Casetti" dove un agente della polizia Penitenziaria è stato aggredito da un detenuto. Secondo quanto emerso, intorno alle 19.30 un  30enne siciliano ha iniziato ad agitarsi nella sua cella pretendendo di avere un modulo per delle richieste burocratiche. L'agente in servizio gli ha chiesto di attendere ma, la risposta, ha scatenato l'ira del carcerato che è saltato letteralmente addosso alla vittima afferrandola per il collo, minacciandolo di morte e cercando di strangolarla. Provvidenziale è stato l'intervento degli altri detenuti, dal momento che le celle erano aperte come per la maggior parte del tempo, intervenuti in difesa della guardia. Quest'ultima è così riuscita a chiudere a chiave la sezione e far intervenire i colleghi per poi farsi visitare in infermeria da dove è uscito con una prognosi di 10 giorni. Riportata la calma, il siciliano è stato denunciato a piede libero per violenza, lesioni e minacce a pubblico ufficiale.

"Lo stato di criticità permanente all’interno del carcere sta portando all'esasperazione gli agenti di Polizia Penitenziaria - ha commentato il sindacato Fp-Cgil. - A ciò si aggiunge un organico sottodimensionato (99 tra Agenti Assistenti e Sovrintendenti a fronte dei 124 previsti) e un numero superiore  di  detenuti (136 invece di 116) destinato a crescere ulteriormente nel corso dell’estate. Pertanto, riteniamo non più rinviabile la revisione dell’organizzazione della vita detentiva all'interno dell’istituto penitenziario al fine di ridurre al minimo il rischio professionale a cui va incontro quotidianamente il Personale di Polizia Penitenziaria. Nell’esprimere solidarietà al collega vittima della suddetta aggressione, la FP-Cgil rivendica maggiore tutela nei confronti degli Agenti e celerità nelle risposte da parte della Direzione di Rimini di fronte ai casi d'aggressione richiedendo anche un intervento dei superiori uffici dipartimentali e il dovuto coinvolgimento dell'Autorità Giudiziaria competente". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura ai "Casetti", detenuto aggredisce agente e cerca di strangolarlo

RiminiToday è in caricamento