rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Pedofilo smascherato, nel suo computer migliaia di file raccapriccianti

Il 39enne, secondo quanto emerso, non erano uno sconosciuto alle forze dell'ordine che già nel 2010 lo avevano messo nel loro mirino e che, nel 2018, era stato condannato per detenzione di materiale pedopornografico

Migliaia di file raccapriccianti, con scene di sesso tra giovanissimi, quelli scoperti nel computer di un 39enne della Valconca arrestato dalla polizia di Stato per pedopornografia. L'uomo è finito nella rete degli investigatori informatici in seguito a una serie di controlli del traffico web e, gli agenti, sono risaliti fino al suo indirizzo attraverso il quale aveva scambiato una valanga di materiale con altri pedofili. Il 39enne, secondo quanto emerso, non erano uno sconosciuto alle forze dell'ordine che già nel 2010 lo avevano messo nel loro mirino e che, nel 2018, era stato condannato per detenzione di materiale pedo-pornografico. La nuova perquisizione del suo computer ha permesso di scovare altri file dove i ‘protagonisti’ erano bambini, sia maschi che femmine, dai 6 ai 12 anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedofilo smascherato, nel suo computer migliaia di file raccapriccianti

RiminiToday è in caricamento