Pensa di ottenere un prestito, invece perde migliaia di euro: truffata una giovane donna

La Polizia di stato ha deferito all’autorità giudiziaria due soggetti, un 49enne ed un 42enne, entrambi residenti in Lombardia, per aver truffato una giovane donna

Sono sempre più frequenti le persone che cercano in rete la soluzione ai loro problemi finanziari. Grazie ad internet prestiti, finanziamenti, mutui sono alla portata di  un sempre maggior numero di persone, che in questo modo riescono anche a trovare con maggiore facilità la soluzione economicamente piu’ conveniente. Non sempre pero’ gli interlocutori virtuali con i quali si interagisce in rete sono animati da buone intenzioni:     la Polizia di stato ha infatti deferito all’autorita’ giudiziaria due soggetti, un 49enne ed un 42enne, entrambi residenti in Lombardia, per aver truffato una giovane donna, straniera, residente nel riminese: la questione è costata alla malcapitata parecchie migliaia di euro.

La donna, all’inizio di quest’anno, aveva cominciato a navigare in internet alla ricerca di una soluzione finalizzata ad ottenere un prestito di denaro: su un forum specializzato in materia di finanziamenti aveva poi conosciuto uno dei due uomini, con il quale era entrata in confidenza. Questi, dopo qualche tempo, gli aveva a sua volta presentato un amico, affermando che quest’ultimo sarebbe stato in grado di erogargli il prestito di cui aveva bisogno. Il secondo uomo, dopo qualche tempo le ha effettivamente detto di essere pronto a dargli i soldi, ma prima la donna avrebbe dovuto fare un versamento di mille euro, per aprire il conto corrente necessario a perfezionare l’operazione finanziaria: la donna, convinta che tutto stesse procedendo per il meglio, ha subito effettuato il versamento, convinta che da li’ a poco avrebbe avuto a disposizione la cifra richiesta.

Dopo qualche giorno invece dei soldi e’ arrivata dai due una ulteriore richiesta di denaro, altri mille euro, necessari per “sistemare” altre pratiche. Spazientita ma ancora fiduciosa, la giovane ha effettuato anche il secondo versamento, rivelatosi come il primo totalmente infruttuoso ai fini dell’ottenimento del prestito; anzi, dopo questa seconda tranche i due “amici” sono letteralmente scomparsi per una decina di giorni, per poi rifarsi vivi come se nulla fosse accaduto, dichiarando anzi che i soldi erano pronti e che avrebbero dovuto solo fissare un incontro per la consegna del denaro (salvo richiedere una ulteriore somma di denaro di altri mille euro), che la malcapitata, ha ancora una volta, versato in loro favore. Quando all’incontro i due non si sono presentati, la donna ha compreso di essere stata vittima di una truffa e si e’ rivolta alla polizia di  stato, denunciando il tutto. I due sono stati denunciati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la terra, registrata scossa di terremoto nell'entroterra riminese

  • Estetista abusiva pizzicata a lavorare in casa senza permessi

  • Ruspa come ariete per mettere a segno la spaccata nel supermercato

  • Chiusi i seggi, la diretta elettorale delle elezioni regionali 2020

  • Rimini è tra le 4 province in cui vince Borgonzoni, che stacca di poco Bonaccini. Successo dei no-vax

  • La partita dei Comuni finisce 20 a 5 per Lucia Borgonzoni

Torna su
RiminiToday è in caricamento