Pepenero di Riccione: corsa a due per aggiudicarsi la gestione del night

In pole position, con un'offerta da 160mila euro, c'è Andrea Verde ex candidato del Pdl all'estero, in quanto dal 1993 vive in Francia, e un passato tra una lauera all'Università Bocconi di Milano in Economia Aziendale e una società di produzione e commercio di film a luci rosse

Andrea Verde

Colpo di scena nella vicenda del Pepenero di Riccione, il night attualmente affidato a un curatore giudiziario dopo che in agosto la Guardia di Finanza lo aveva messo sotto sigilli per un giro di estorsione ed usura. Se la prima asta, con una base da 280mila euro, per la gestione del locale era andata deserta, la seconda chiamata di lunedì 16 dicembre, a un importo di base da 140 mila, ha visto due società presentare le offerte per la riapertura del night. Ad essersi presentati sono stati la Fined SpA di Modena, con un'offerta da 140mila euro e un assegno circolare di pari importo, e la Service et Qualité guidata da Andrea Verde che ha offerto 160mila euro. Al momento, il Tribunale si è riservato di decidere assegnando, tuttavia, in via provvisoria l'aggiudicazione alla seconda società che ha fatto un'offerta maggiore. Nessuna delle due, infatti, ha presentato come richiedeva il bando di gara la fideiussione bancaria pari alla quote di gestione annuale del Pepenero. Toccherà quindi al giudice, adesso, omologare l'aggiudicazione dell'offerta maggiore.

Andrea Verde, che al momento risulta essere il maggiore offerente, non è nuovo alle cronache in quanto, nel 2008, è stato candidato per il popolo delle Libertà a Parigi per la circoscrizione Europa con un programma basato su “solidarietà e valori cristiani” e indicato quale produttore e regista di film porno. "Amo questa regione dove ha passato le mie vacanze per 40 anni - ha spiegato Verde incontrato nei corridoi del Tribunale di Rimini in attesa della decisione del giudice - e sono innamorato della cucina romagnola. In passato sono stato al Pepenero come cliente e ritengo sia un locale si alto prestigio; sapevo dei problemi giudiziari nei quali era finito e mi sono detto, perchè no?L'aspirante alla gestione del night riccionese si è diplomato al liceo scientifico di Busto Arsizio hper poi conseguire la laurea in Economia aziendale, indirizzo specializzato in Finanza aziendale, presso l’Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano, discutendo una tesi su “Politiche di investimento in società multi divisionali”. In seguito ha lavorato a Parigi dove, fino al 1998, è stato responsabile del Controllo Gestione e del Budget di Enichem France, società del Gruppo ENI.​ Dal 1998 è entrato nel settore dell'adult enterteniment gestendo una società che si occupava della vendita di film a luci rosse italiani in Francia, fino al 2004, per poi occuparsi dell'out sourcing nel settore alberghiero.

"Negli ultimi anni sono sempre venuto in vacanza in Romagna - prosegue Verde - è ho notato che il turismo ha avuto un calo notevole. Spero di poter rilanciare questo settore grazie, anche alla nuova gestione del Pepenero. Se dovessi risultare il vincitore dell'asta, conto di riaprlirlo al più presto, gestendolo in maniera accurata avvalendomi anche di professionisti francesi coi quali, in passato, ho collaborato e attrici di fim hard d'oltralpe. Sicuramente voglio incontrare i dipendenti e, con loro, avviare una proficua collaborazione".

A fine mese, intanto, andrà all'asta giudiziaria un'altro night di Riccione finito sotto sequestro da parte dei carabinieri nell'ambito dell'operazione "Mirror". Ad essere battuto, con una base da 100mila euro, sarà il night "La Perla".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento