Per il Bilancio Partecipativo del Comune di San Giovanni in Marignano 50mila euro

Ben 17 le proposte pervenute dai cittadini e vagliate dai tecnici dell'Amministrazione Morelli, per ogni frazione sono stati messi a disposizione 12500 euro

Si sono concluse le Assemblee del Bilancio Partecipativo del Comune di San Giovanni in Marignano. Ben 17 le proposte pervenute dai cittadini e vagliate dai tecnici dell'Amministrazione Morelli, la quale ha deciso di coinvolgere direttamente  la cittadinanza nella scelta di opere pubbliche da realizzare in territorio marignanese. Soddisfatto il Sindaco Daniele Morelli, che riconferma con forza l'importanza della condivisione e concertazione sulle azioni pubbliche mirate a far crescere una comunità. "In queste settimane – commenta il Sindaco Morelli -  abbiamo incontrato numerosi cittadini pieni di entusiasmo  e di grande senso civico,  che si sono ritrovati uniti nel condividere le prime opere pubbliche per San Giovanni in Marignano. Sono state assegnate loro infatti risorse per realizzare degli interventi a favore della loro città. Lo strumento del bilancio partecipativo è assolutamente da ripetere in quanto ha dimostrato di essere un’importante esperienza di contatto diretto con i cittadini e soprattutto uno strumento per
conoscere al meglio anche le loro esigenze e priorità. Molta attenzione c'è infatti per l'arredo urbano e per le aree verdi dove si sono convogliate la maggior parte delle proposte, alcune delle quali verranno soddisfatte anche al di fuori del bilancio partecipativo in quanto ritenute meritevoli per l'innalzamento della qualità dei servizi. Questa Amministrazione crede fortemente nel coinvolgimento del cittadino e nell'agire insieme in un percorso il più possibile condiviso".

Per ogni frazione sono stati messi a disposizione 12 500 euro per un ammontare complessivo di 50 mila euro. Le proposte sono pervenute dai cittadini e sono state valutate dall'ufficio tecnico comunale in termini di fattibilità. In prevalenza le richieste hanno riguardato l'arredo urbano; i parchi, considerati i luoghi di maggiore aggregazione, sono stati quelli più gettonati e si è pensato alla loro riqualificazione. L'Amministrazione Morelli ha incontrato i cittadini per informare quali fossero state le proposte selezionate e i tempi per la loro realizzazione. C'è stato un importante riscontro nelle assemblee.

Unica votazione nel capoluogo dove l'assemblea ha espresso il suo favore a maggioranza per il Parco Gaibarella, uno dei più importanti polmoni verdi inseriti a ridosso del centro storico e frequentato da molte famiglie come luogo di divertimento per i propri figli. L'area verde in questione sarà interamente riqualificata attraverso l'inserimento di nuovi giochi e panchine. Nella stessa direzione i cittadini di Montalbano che hanno deciso di   investire le loro risorse per l'omonimo parco, il quale sarà  sistemato a dovere e attrezzato per accogliere i residenti e non  solo. Il parco di Montalbano è infatti una bellissima terrazza sulla riviera ed è meta di ciclisti e turisti.  Corale è stata anche la decisione nella frazione di Pianventena dove si è optato per la realizzazione di una tettoia che permetterà l'utilizzo dell'area
verde anche in caso di mal tempo. In arrivo invece per Santa Maria ci sarà  una fontana che potrà diventare uno dei simboli della frazione  al confine marchigiano. I cittadini hanno anche convogliato parte  delle risorse nella riqualificazione di un ulteriore parco che si  affaccia sulla via Andruccioli.

Soddisfatta anche l'assessore al bilancio Maura Tasini: "Questo percorso- dichiara l'assessore Tasini -  è appena
partito e crediamo possa esprimere ancora maggiori possibilità, attraverso una crescita che faremo insieme tra amministratori e cittadini. E' stato bello e entusiasmante vivere la partecipazione  dei cittadini, ma anche il grande senso di responsabilità che ne è scaturito. Nelle tre frazioni non si è votato in quanto i cittadini  si sono accordati per utilizzare le risorse a  disposizione per accontentare tutti. Una nota particolarmente gioiosa, una bimba di nome Alice, la quale ci ha  presentato un disegno inerente la realizzazione di un'opera nella  frazione di Santa Maria. Questo episodio rappresenta un seme di civiltà importante. E' fondamentale far crescere le nostre generazioni con un forte senso di appartenenza ad una comunità.'"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Ristoranti aperti solo per i conviventi, Conte: "Chiediamo a tutti di rispettare le regole"

  • Dpcm 3 dicembre: feste di Natale solo tra conviventi, viaggia solo chi deve rientrare nella residenza

Torna su
RiminiToday è in caricamento