Per un mese non si presenta all'obbligo di firma, scatta il carcere per la malvivente

All'alba di mercoledì la donna è stata rintracciata dai carabinieri e arrestata per l'inottemperanza alla misura cautelare

All'alba di mercoledì i carabinieri della Stazione di Bellaria hanno rintracciato e arrestato una 45enne ucraina, già nota alle forze dell'ordine, per un aggravamento della misura cautelare emessa dal Tribunale di Rimini. Per la donna, già finita nei guai, il giudice aveva disposto una prima volta l'obbligo di firma due volte al giorno ma, per un mese intero, la straniera non si è mai fatta vedere in caserma. L'inottemperanza è stata segnalata dai militari dell'Arma al giudice che ha emesso un'ordinanza più restrittiva facendo scattare l'arresto in carcere. Individuata, la 45enne è stata quindi portata in caserma per le pratiche di rito e poi trasferita nella casa circondariale di Forlì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, prevenzione e modalità di trasmissione

  • Gli amici del bar non lo vedono da giorni, ritrovato cadavere in casa

  • Vent'anni fa l'arrivo dal Senegal, la sfida di Sonia: "Apro la mia trattoria romagnola"

  • Emergenza coronavirus al Nord: il prefetto di Rimini convoca un vertice con i sindaci

  • Coronavirus, il presidente Bonaccini: "Stiamo valutando la chiusura di asili nido, scuole, impianti sportivi e musei"

Torna su
RiminiToday è in caricamento