Percuotere la mente, sette serate con la grande musica, da Cat Power a Battisti

Tra i protagonisti Peppe Servillo e Vasco Brondi. Un viaggio nella musica italiana con l'omaggio ai cantautori nell'evento "Rimini chiama Genova"

Peppe Servillo

Estate in musica a Rimini con la rassegna Percuotere la mente, nella Corte degli Agostiniani. Sette appuntamenti dal 7 giugno al 24 agosto tra contaminazioni, folk e indie rock. Il prologo con Cat Power, poi Le Luci della Centrale elettrica, The Divine Company, Billy Brag e Radical Face. Gli omaggi al cantautorato italiano, dagli autori genovesi all’eterno Battisti.

Il prologo della rassegna, mercoledì 7 giugno, vedrà salire sul palco una tra le voci più importanti del nuovo songwriting americano al femminile, Cat Power, considerata tra le fautrici del “dark-folk” e eletta dalla critica internazionale come una delle più autorevoli interpreti dell'indie-rock. Una fuoriclasse del suo genere, capace di atmosfere cupe e serenate malinconiche coltivate nell’underground newyorkese, che torna in tour per ripercorrere la sua lunga carriera musicale. Solo due le date previste in Italia, tra cui l’appuntamento agli Agostiniani che si annuncia da non perdere. 

Il programma di Percuotere la mente entra nel vivo nel mese di luglio, con un tris di appuntamenti che celebra la musica italiana, con uno sguardo particolare sul cantautorato nelle sue varie trasformazioni ed evoluzioni. ”Questi posti davanti al mare: Rimini chiama Genova” è il titolo della serata organizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Interno4 e che martedì 4 luglio vedrà alternarsi sul palco alcuni dei più noti musicisti riminesi che renderanno omaggio ai cantautori della scuola genovese, da Umberto Bindi a Fabrizio De Andrè passando per Luigi Tenco, Gino Paoli e Bruno Lauzi. Tra gli ospiti annunciati Andrea Amati, Daniele Maggioli, Massimo Modula, Giuseppe Righini, diretti dal giovane maestro Federico Mecozzi e accompagnati da Caterina Boldrini (violino), Lucia Solferino (viola), Cecilia Biondini (violoncello) e Massimo Marches (chitarre). Ospiti di eccezione della serata: i Landlord e il cantautore veneziano/riminese Dany Greggio.

Da Genova all’Emilia con Le luci della centrale elettrica, al secolo Vasco Brondi, che mercoledì 12 luglio, si fermerà a Rimini con il tour dedicato al nuovo album, Terra. Dieci canzoni, dieci storie per raccontare i cambiamenti culturali e sociali che hanno contraddistinto gli ultimi decenni attraverso una musica che sposa l’attitudine cantautorale con i suoni e i ritmi del mondo. Un disco “etnico”, dove stanno assieme la musica balcanica e i tamburi africani, le melodie arabe e quelle popolari italiane, le distorsioni e i canti religiosi.

Il ciclo ‘italiano’ di Percuotere la mente si chiude con uno speciale omaggio a Lucio Battisti. In Pensieri e parole, martedì 25 luglio, la voce di Peppe Servillo reinterpreta l'autore più intimo, lirico e personale della canzone italiana. Dopo i progetti dedicati a Modugno e Celentano, Peppe Servillo e una squadra di musicisti di talento rileggono uno degli interpreti più amati della nostra musica, capace di essere popolare e sofisticato, intimamente patrimonio di tutti. Con Servillo sul palco alcuni dei massimi strumentisti del panorama italiano, come Javier Girotto (sax), Fabrizio Bosso (tromba), Furio Di Castri (contrabbasso), Rita Marcotulli (pianoforte) e Mattia Barbieri (batteria).

Si torna alle atmosfere e alla cultura britannica con The Divine Comedy (domenica 30 luglio), il progetto musicale dietro cui si cela il cantautore nordirlandese Neil Hannon, che torna in Italia per presentare il suo nuovo lavoro, “Foreverland”, pubblicato lo scorso settembre. Negli anni il nome The Divine Comedy ha racchiuso diversi musicisti, ma la forza trainante della band e il suo principale (a volte l’unico) componente è sempre stato Neil Hannon, definito da alcuni come l'ultimo dandy del pop britannico e di sicuro uno tra i più originali cantautori del Regno Unito.

A creare un ponte tra Regno Unito e Stati Uniti sarà domenica 6 agosto  Billy Bragg, cantautore britannico e attivista politico innamorato della musica americana, che torna in Italia per presentare il suo nuovo lavoro, “Shine A Light”, un viaggio musicale attraverso la storia della mitica linea ferroviaria americana Texas Eagle e i grandi classici folk e country che ha ispirato. Un viaggio iniziato alla Union Station di Chicago e terminato, dopo 65 ore e 2.728 miglia, a Los Angeles. Un'operazione storico-culturale rigorosa e appassionata sul patrimonio folk americano

Il viaggio dell’edizione 2017 di Percuotere la mente si chiude con Radical Face, al secolo Ben Cooper, che giovedì 24 agosto farà tappa alla Corte degli Agostiniani per presentare il suo nuovo Ep, “SunnMoonnEclipse”. Divenuto noto al grande pubblico per la colonna sonora dello spot della Nikon (Welcome Home del 2010) e per le colonne sonore di serie tv come “Private Practice”, “Skin” e “Criminal Minds”, Ben Cooper è ritenuto tra i precursori della scena indie-folk americana.

Tutti i concerti avranno inizio alle 21,15 (biglietti 18 euro, eccetto Rimini chiama Genova, 10 euro). In caso di maltempo gli spettacoli si terranno al Teatro Novelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento