menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pesante mix di alcol e droga, sfascia la caserma dei carabinieri e pesta un militare

Necessario l'intervento del 118 per sedare l'esagitato e portarlo in ospedale a smaltire la sbornia condita da stupefacenti

Prima ha scatenato il caos in viale Dante, a Riccione, dove insieme a due amici nella serata di domenica ha iniziato ad infastidire i passanti e cercare di attaccare briga con le comitive di giovani turisti e poi non contento ha aggredito i carabinieri sfasciando la caserma. Lui, un argentino 23enne residente a Vignola in provincia di Modena, era una vera e propria scheggia impazzita a causa del pesante mix di alcol e droga che gli ha fatto perdere la ragione. Quando, domenica, al centralino dei carabinieri sono arrivate le prime segnalazioni di quello che accadeva in viale Dante sul posto è intervenuta una pattuglia ma nonostante la presenza delle divise i tre esagitati hanno continuato ad insultare tutti forti delle bottiglie di alcolici che avevano ancora in mano. L'arrivo dei rinforzi ha capovolto la situazione ma, quando il trio ha capito che la serata si sarebbe conclusa in caserma, il 23enne ha iniziato a dare ancora di più in escandescenza.

Caricato sulla pattuglia, il sudamericano ha iniziato a prendere a calci e pugni la cellula di sicurezza e quando è stato il momento di scendere si è ulteriormente divincolato colpendo i carabinieri per tentare la fuga. Bloccato, il suo show è proseguito in caserma dove è stato necessario l'intervento del 118 per sedarlo e portarlo in ospedale. Solo nel pomeriggio di lunedì il 23enne è riemerso dalla sbornia condita da stupefacenti e, dimesso, è stato riportato in caserma per essere arrestato con le accuse di resistenza, violenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Alla scoperta dei luoghi della fede: il viaggio è anche online

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento