Il Pesce Azzurro fa bene all'Emilia: 900 kg di pescato ai terremotati

Il PesceAzzurro fa bene all'Emilia. Quasi 900 kg di pescato freschissimo dell'Adriatico partiranno venerdì 27 luglio alla volta di Finale Emilia per essere cucinati nei campi della Protezione civile

Il PesceAzzurro fa bene all'Emilia. Quasi 900 kg di pescato freschissimo dell'Adriatico partiranno venerdì 27 luglio alla volta di Finale Emilia per essere cucinati nei campi della Protezione civile e serviti a 1.700 abitanti colpiti dal terremoto. L'iniziativa benefica è di PesceAzzurro, la catena di ristoranti della cooperativa di pescatori Coomarpesca che ha recentemente inaugurato il nuovo punto self-service di Rimini. E anche grazie al successo riscosso immediatamente dal ristorante riminese, così come grazie all'attività consolidata dei self-service di Cattolica, Milano Marittima e dello storico ristorante di Fano, PesceAzzurro ha potuto raccogliere circa 3.500 euro che venerdì saranno devoluti alle popolazioni emiliane terremotate.

L'iniziativa "Pesceazzurro a favore delle zone terremotate" è stata presentata questa mattina. Sono intervenuti Marco Pezzolesi, Amministratore unico PesceAzzurro Spa e Direttore generale Coomarpesca Fano; Simone Cecchettini, assistente nelle relazioni esterne; Juri Magrini, assessore attività economiche Provincia di Rimini; Massimo Gottifredi, direttore Legacoop Rimini.

La campagna di solidarietà si è svolta dal 23 giugno al 22 luglio nei ristoranti della catena: per ogni cliente che ha consumato un pasto, 5 centesimi sono stati destinati da PesceAzzurro alla Protezione civile dell'Emilia-Romagna. La qualità del pescato servito, la valorizzazione del pesce azzurro come alimento tipico romagnolo cucinato secondo la tradizione e la competitività dei prezzi praticati hanno fatto registrare circa 70mila presenze nei quattro ristoranti nel solo mese in cui si è svolta la raccolta di fondi a sostegno dell'Emilia.

Il “Menù del cuore” di PesceAzzurro, con due antipasti, un primo, due secondi, un contorno, acqua, vino e pane, è ora in partenza per Finale Emilia. Un mezzo frigorifero di Coomarpesca consegnerà il prodotto freschissimo dell'Adriatico nella mattina di venerdì. A Finale, un rappresentante di PesceAzzurro per ognuno dei 5 campi della Protezione civile seguirà e coordinerà la preparazione e la distribuzione dei piatti, che saranno cucinati dai volontari di Protezione civile con le loro attrezzature. Il pranzo sarà quindi servito a 1.700 persone colpite dal terremoto e ospitate nei campi. Nell'occasione, insieme agli amministratori locali e alle autorità, si terrà la consegna formale della somma raccolta da PesceAzzurro durante la campagna a favore delle zone terremotate.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento