Cronaca

Peschereccio "in fiamme" semiaffonda nel porto di Rimini, esercitazione della Capitaneria

L'obiettivo è stato quello di testare uomini e mezzi in casi potenzialmente a rischio

Motovodette e autobotti dei vigili del fuoco, martedì mattina, in via Destra del Porto a Rimini per un'esercitazione antincendio della Guardia Costiera. Lo scenario operativo dell’esercitazione si è attivato alle ore 10:00 con la segnalazione, da parte del Comandante del motopesca “Aquadimare”, di un principio d’incendio a bordo della propria unità, ormeggiata lungo la banchina del porto canale. Si è pertanto immediatamente attivato il dispositivo di risposta che vede protagonista la Capitaneria di porto di Rimini - con il personale di terra che ha coordinato sul posto le attività (compreso lo sgombero dell’area e l’interdizione all’accesso di autovetture e persone) e con i dipendenti mezzi navali (Motovedetta CP842 e gommone GC B095) - i Vigili del fuoco del Comando Provinciale di Rimini - che hanno effettuato le operazioni di spegnimento dell’incendio - e personale della locale Protezione Civile, accorso successivamente in ausilio. L’esercitazione è consistita nello spegnimento dell’incendio a bordo del motopesca “Aquadimare”, nella successiva messa in sicurezza e trasbordo di un membro dell’equipaggio rimasto ferito nel sinistro e poi affidato alle cure del personale medico del 118, e nell’intervento effettuato data la presenza di idrocarburi in mare, per sversamento di gasolio conseguente al semi-affondamento dell’unità da pesca. L'obiettivo è stato quello di testare uomini e mezzi in casi potenzialmente a rischio e, come ha sottolineato la Capitaneria di Porto, per "valutare la tempestività, l'efficienza e l'addestramento del personale in caso di incendi che interessino l'ambito portuale di Rimini, punto strategico in caso di eventi di potenziale pericolo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Peschereccio "in fiamme" semiaffonda nel porto di Rimini, esercitazione della Capitaneria

RiminiToday è in caricamento