Continua il “piano anti caldo” per gli anziani: più di 1.300 le persone contattate

I contatti telefonici sono stati anche l'occasione per ricordare alcuni comportamenti virtuosi che possono migliorare la quotidianità e prevenire l'insorgere di situazioni di pericolo

Continua in questi giorni di caldo intenso il piano di salvaguardia per le persone più anziane predisposto dall'ausl Romagna con la partecipazione dei Comuni e delle associazioni di volontariato del territorio. Nell'ultima settimana di caldo intenso si sono intensificati i contatti telefonici, che hanno superato quota 1.300, e le visite a domicilio da parte delle assistenti sociali, nell'ordine di una decina, per gli anziani particolarmente in difficoltà e soli.

I contatti telefonici sono stati anche l'occasione per ricordare alcuni comportamenti virtuosi che possono migliorare la quotidianità e prevenire l'insorgere di situazioni di pericolo. Per esempio invitare l’anziano a mantenere rapporti con altre persone, favorire l’incontro in luoghi possibilmente freschi o condizionati; uscire di casa solamente nelle ore più fresche della giornata (ed evitare assolutamente di uscire dalle 11 alle 17), oppure ricordare che fare bagni o docce con acqua tiepida abbassa la temperatura corporea più rapidamente di altre soluzioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LAzienda Ausl di Rimini ha attivato un servizio telefonico per raccogliere segnalazioni di casi a cui l'anziano stesso, o qualsiasi altra persona che conosca situazioni di criticità, possa fare riferimento al numero "Emergenza Caldo" 0541 707305, attivo dalle 9 alle 18.30 dal lunedì alla domenica. “Quando il caldo aumenta d’intensità – è il commento di Gloria Lisi, vicesindaco con delega alla protezione sociale del Comune di Rimini – non si tratta solo di predisporre le giuste precauzioni mediche con interventi come quelli messi in campo dall'Ausl, ma anche di portate a persone sole e in difficoltà un supporto psicologico, una parola di vicinanza e supporto. Questo fanno le assistenti sociali e i volontari che contattano  telefonicamente gli anziani più esposti, non solo una verifica di protocollo, ma un vero e proprio supporto psicologico e morale. Dei veri e propri “angeli”, come a volte sento chiamarli dagli anziani stessi,che, oltre a informarsi sulle condizioni di salute e a fornire alcuni consigli, riescono anche solo con la loro vicinanza a rassicurare tanti anziani soli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Autobus sorpassa gruppo di ciclisti, rovinosa caduta per un corridore amatoriale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento