Piano di Zona per la salute 2018-2020 approvato in Consiglio Comunale a Riccione

Il vice sindaco Galli: “Diamo risposte alle persona più bisognose, disabili, anziani, famiglie, singoli che versano in condizioni di difficoltà”

Aiutare le persone in difficoltà a risollevarsi da situazioni economiche difficili sostenendole a ricollocarsi nel mondo del lavoro. Avviare una ricognizione degli immobili sfitti e inutilizzati per costruire un sistema di offerta di affitti a canone convenzionato. E ancora, promuovere a favore degli anziani, servizi semiresidenziali, abbattimento delle barriere architettoniche, programmi per contrastare l’isolamento con reti di solidarietà. Sono alcuni degli obiettivi del Piano di Zona per la salute e il benessere sociale del distretto di Riccione 2018-2020 approvati nella seduta del Consiglio Comunale del 25 settembre. Anziani, disabili, minori, famiglie disagiate e situazioni di povertà vengono sviluppate e affrontate nel Piano di Salute per un investimento complessivo nell’ambito dei Comuni del Distretto Riccione di oltre 21milioni di euro per il 2018, di cui oltre 400mila euro per fare fronte ai situazioni di povertà, 700.000 euro per il reinserimento lavorativo di persone fragili, oltre 11 milioni di euro per le persone non autosufficienti, a questi si aggiungono specifici fondi per oltre 100.000 riservati a progetti di autonomia per disabili, 5 milioni di euro per le prestazioni sanitarie erogate per le persone non autosufficienti.

“Il nuovo piano di zona - afferma il vice sindaco e assessore ai servizi sociali Laura Galli – non è  un documento astratto, ma al contrario, è frutto di un corposo lavoro di concertazione con i comuni del Distretto di Riccione per porre il pubblico strettamente a contatto con le associazioni di volontariato, i centri di aggregazione della città, il Centro per l’Impiego, l’Ausl e le organizzazioni sindacali. A noi preme dare risposte alle persona più bisognose: disabili, anziani, famiglie, singoli che versano in condizioni di difficoltà, anche economica. Basti pensare al disagio abitativo e alla mancanza di una casa, anticamera di un processo di malessere particolarmente difficile da sostenere senza un adeguato sostegno. Così come all’accoglimento di persone senza fissa dimora con problematiche di salute mentale o in situazioni di disagio abitativo cronico: il Piano, in questo caso, mette in campo interventi di Housing first ovvero l’inserimento di queste persone in appartamenti indipendenti”.

Nello specifico per la città di Riccione è inserito nel Piano di Zona l’Emporio Solidale destinato a sostenere cittadini che versano in stato di estrema difficoltà e disagio socio-economico con la raccolta e distribuzione di beni alimentari attraverso il coinvolgimento del terzo settore e del mondo imprenditoriale. Per quanto riguarda invece gli anziani, verranno organizzate nuove forme di partecipazione con i Centri di Buon Vicinato e centri di aggregazione nel territorio comunale con iniziative di contrasto alla solitudine come laboratori, attività motoria e turismo sociale. “Siamo soddisfatti – chiude il vice sindaco Galli – per la nuova metodologia adottata consistita in una strategia di rete tra tutti i soggetti, la forte connotazione sulla sussidiarietà, anzichè il mero assistenzialismo, e l’elaborazione di progetti di vita indirizzati a guidare la fuoriuscita delle persone da periodo di crisi. Ogni servizio messo in campo sarà inoltre monitorato attentamente per valutare efficienza e capacità di dare risposte concrete alle persone.”


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento