Piano Salvaguardia Balneazione: Pedrera Grande scaricherà solo acque bianche

Si tratta del terzo scarico a mare risanato dopo le due fosse ‘Spina-Sacramora’ e ‘Turchetta’, a Viserba e Rivabella, che già dalla scorsa estate sono diventati solo sfoghi per acque piovane

Con la firma da parte del sindaco dell’atto di revoca del divieto temporaneo di balneazione per la fossa ‘Pedrera Grande’, da oggi lo scarico presente al confine tra Torre Pedrera e Bellaria-Igea Marina può essere considerato come sfioratore per “sole acque meteoriche e di drenaggio”. In caso di precipitazioni, quindi, dalle paratie giungerà solo acqua bianca, non dando più luogo a divieti di balneazione. Si chiude dunque, anche per questo punto della costa, una storia ultracinquantennale di sversamenti di acque non depurate e conseguenti divieti.

Si tratta del terzo scarico a mare risanato dopo le due fosse ‘Spina-Sacramora’ e ‘Turchetta’, a Viserba e Rivabella, che già dalla scorsa estate sono diventati solo sfoghi per acque piovane. Un risultato fondamentale che è il frutto dell'avanzamento della separazione della rete fognaria di Rimini Nord, intervento che rientra nel Piano di salvaguardia della Balneazione del Comune di Rimini, straordinario programma di risanamento ambientale messo a punto da Amministrazione, Hera e Romagna Acque e che entro il 2020 porterà al superamento (nel limite di eventi di natura decennale) di tutti gli sfioratori presenti sul tratto di costa riminese. Un intervento questo che ha contemplato il coinvolgimento diretto dei cittadini della zona, che sono stati chiamati ad allacciare correttamente lo scarico delle acque reflue della propria abitazione o della propria attività alla rete sdoppiata. 

Si tratta di un’azione iniziata con l’emissione della prima ordinanza nel gennaio 2014 e che per lo stralcio relativo a Pedrera Grande ha riguardato 237 immobili. Da allora sono state sette le ordinanze che sono giunte a conclusione, per un totale complessivo di oltre duemila immobili coinvolti in tutta la zona nord, mentre altre due ordinanze sono attualmente in corso di attuazione. Un ringraziamento da parte dell’Amministrazione Comunale e di Hera va quindi ai cittadini e agli esercenti per la fattiva collaborazione, indispensabile per raggiungere questo nuovo importante obiettivo.

Questa mattina i tecnici di Comune, Hera e Anthea - alla presenza tra gli altri dell’assessore all’Ambiente del Comune di Rimini Anna Montini, del responsabile reti fognarie di Hera Pierpaolo Martinini - hanno provveduto a sostituire i precedenti cartelli di identificazione delle acque di balneazione interessate dai due sfioratori con la nuova segnaletica indicante canali di sole acque bianche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“I cantieri del Psbo procedono a pieno ritmo e ci consegnano altri importanti risultati – sottolinea l’assessore all’Ambiente Anna Montini – Ad oggi abbiamo dimezzato gli scarichi attivi nella zona nord, da sei a tre, e a breve contiamo di poter procedere anche con la fossa Matrice, a Rivabella. Il lavoro di separazione delle reti eseguito nel bacino del Pedrera Grande si aggiunge ad un altro realizzato anche grazie alla collaborazione con il Comune di Bellaria-Igea Marina, il Consorzio di Bonifica della Romagna ed Hera, con cui abbiamo siglato un protocollo d'intesa al fine di convogliare le acque di magra del Pedrera Grande in un canale che sfocia nel Rio Pircio e infine oltre le scogliere, sul territorio bellariese. Sinergie positive che ci consentono, passo dopo passo, di continuare a raccogliere i frutti dell’imponente programma di interventi messo in campo. Un ringraziamento particolare va alla cittadinanza che continua a dimostrare di aver colto l’importanza di questo Piano che ci consentirà di garantire la balneabilità del mare anche in caso di precipitazioni. Ricordo inoltre che di pari passo alla separazione della rete nord procede il cantiere di piazzale Kennedy, che entro la prossima estate ci riconsegnerà una imponente infrastruttura di accumulo e laminazione delle acque, con un volume complessivo di 39.000 metri cubi, oltre alla Dorsale Sud in via di completamento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il suo cuore si spegne davanti agli occhi degli amici: muore a 22 anni

  • Litigano per una donna davanti all'Arco d'Augusto: spuntano bastoni e cocci di bottiglia, due feriti

  • Bonus bici: è boom di vendite di biciclette, ma non per tutti

  • Coronavirus, i contagi tornano a salire: 12 nuovi casi

  • Ecco la nuova spiaggia di Rimini: 18 metri quadri a ombrellone, apertura fino alle 22 e ok al delivery

  • Colpo al traffico di "bianca": arrestato pusher con più di 300 grammi di cocaina

Torna su
RiminiToday è in caricamento