Cronaca

Piazza Cavour si copre d’erba e diventa un campo da rugby da 600 metri quadrati

RiminiRugby annuncia i "Palio della Pigna": un evento mai visto in Italia con la palla ovale che invade il centro storico di Rimini per annunciare il Palio fra i Rioni

Là dove c’era una piazza ora c’è un campo da rugby! A Rimini sabato 9 ottobre dalle 16 alle 17 Piazza Cavour si trasforma nel tempio della palla ovale. Un manto di 600 metri quadri di erba sintetica coprirà i sampietrini, verranno tracciate le linee di gioco e si ergeranno le caratteristiche porte ad “H” e, per la prima volta in Italia, si giocherà a rugby nel cuore storico della città. Al posto delle tribune ci saranno Palazzo Garampi, la Vecchia Pescheria e il Teatro Galli, al posto dei tifosi, cittadini e famiglie: se Firenze ha il calcio storico in costume, Rimini avrà lo street rugby! L’iniziativa “Rugby in piazza - Palio della Pigna” è l’idea dirompente di RiminiRugby, per far conoscere la disciplina e reclutare giocatori per il vero e proprio Palio, lo street rugby legato ai quartieri di Rimini, che si giocherà sempre in piazza fra due settimane, cioè sabato 23 ottobre. Il “Palio della Pigna” prende il nome dalla cinquecentesca fontana del Carrara, sormontata da una pigna, che è anche il punto in cui ci si dà appuntamento in centro. La Pigna come una Palla Ovale nel cuore di Rimini, per interpretare la campagna “Back to Sport - ripartiamo in sicurezza” lanciata dal Comune di Rimini - assessorato allo sport, per favorire la ripresa dell’attività sportiva per i ragazzi dai 6 ai 16 anni. 

“Proprio per i ragazzi che nell’emergenza pandemia hanno visto limitare la propria vita attiva e di relazione il rugby svolge un ruolo importante - spiega Paolo Rambaldi, dal luglio 2020 presidente di RiminiRugby ex proprietario del parco Italia in Miniatura, e mente creativa di Rugby in Piazza - Il rugby è uno sport di contatto e di conseguenza di grande rispetto: con i suoi valori e la sua disciplina, le sue sfide e il suo gioco di squadra, il rugby contribuisce a fare crescere autostima, amicizia e solidarietà e si può cominciare a giocare già da bambini e bambine dai 4 anni. Senza dimenticare il Terzo Tempo, nel quale si smette di essere avversari per essere tutti amici che fanno festa”  

Si affronteranno due squadre alla volta, composte da quattro giocatori e sei riserve. La squadra che per prima segna sei mete, con due mete di vantaggio, si aggiudica il set. I tempi di gioco durano 5 minuti ciascuno, alternati a due minuti di break. Giocheranno le categorie Under 15, Under 17, senior (i Pirati) e femminile (le Pellerossa). A proposito di sicurezza, nonostante un gioco rapido e spettacolare, il salotto buono di Rimini non avrà nulla da temere: lo street rugby avrà precise regole: niente tiri calciati, niente mischie, niente touche. A quest’ultima figura tipica del rugby si potrà però partecipare in fotografia. Ci sarà infatti una postazione dove chi si iscriverà al Palio del 23 ottobre potrà farsi immortalare al centro della torre umana, issato dalle forti braccia dei rugbisti riminesi.  

L’evento del 9 ottobre servirà a reclutare i giocatori per il Palio della Pigna vero e proprio, previsto per l’intera giornata del 23 ottobre. I giovani, appassionati o semplici curiosi, che vogliono saperne di più del mondo della Palla Ovale,  potranno iscriversi direttamente in piazza. Per loro, una formazione di 8 allenamenti gratuiti al campo di Rivabella, nei nuovi impianti a disposizione di RiminiRugby, prima di invadere di nuovo il centro, tenendo alti i colori del proprio quartiere.  Il Rugby riminese ha tutte le premesse per portare grandi soddisfazioni alla città: da Rimini è appena partito Nardo Casolari, reclutato in Coppa Italia, la serie A del rugby, nella quale militano anche alcune delle atlete del Rimini.  La società, fondata nel 2002, che ha appena incluso nel comitato direttivo due giovani atlete, è formato da Paolo Rambaldi (presidente), Rocco Benedetto (vicepresidente), Alice Carlini, Martina Dell’Omo e Alipio Menghetti. Dall’11 al 22 settembre il campo itinerante farà sosta all’Istituto Tecnico per il Turismo “Marco Polo di Rimini”, dove gli allenatori FIR di di Rimini Rugby si sono resi disponibili per sessioni gratuite di allenamento.  Il campo tornerà il 23 ottobre in Piazza Cavour per l'evento vero e proprio: il Palio dei Rioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Cavour si copre d’erba e diventa un campo da rugby da 600 metri quadrati

RiminiToday è in caricamento