Piazza Malatesta, approvato il progetto definitivo per lo scavo archeologico

"La riqualificazione di piazza Malatesta e il castello ‘liberato’ rappresenteranno anche una leva di ricchezza per la Rimini del futuro”, afferma l'assessore Pulini

La Giunta comunale ha approvato nell’ultima seduta il progetto definitivo appaltabile per il primo stralcio dello scavo archeologico in piazza Malatesta. E’ dei giorni scorsi, infatti, il parere favorevole delle soprintendenze per i beni archeologici e paesaggistici al progetto definitivo elaborato dagli uffici, approvato dalla Giunta nella sua forma preliminare nel novembre scorso. Data la particolare tipologia dell’intervento, con l’approvazione del progetto definitivo diventa ora possibile procedere direttamente a gara per l’assegnazione dei lavori che sono stati stimati in 192.000 euro, mentre ammonta a 260.000 il costo dell’opera.

“E’ un’occasione storica – ha detto l’assessore alla Cultura Massimo Pulini – la possibilità di procedere a una ricognizione archeologica su una parte importantissima della città storica, quella compresa tra il castello di Sigismondo Malatesta e il teatro Galli, che oggi, e da troppo tempo, viene nascosta ai riminesi e agli ospiti da un ‘coperchio’ di asfalto. Con questo intervento, infatti, potremo documentare scientificamente quanto si cela nell’area della corte a mare del castello, potendo disegnare almeno in superficie quelle che erano le mura di contenimento del fossato. Un’azione propedeutica al progetto di riqualificazione dell’intera Piazza Malatesta che ci consentirà di operare scelte culturalmente coerenti in uno degli spazi storici della città che contiamo a breve di restituire ai riminesi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non può che emozionare l’idea di poter far riemergere i profili ora nascosti del fossato e poter così disegnare a terra gli spazi originari del castello così da far comprendere a cittadini e turisti l’imponenza propria dell’opera sigismondea a cui realizzazione collaborò nientemeno che il Brunelleschi - continua Pulini -. Non solo, con questo progetto di valorizzazione e di rilancio del centro in chiave artistica e ambientale si darà uno slancio formidabile all’economia di un territorio che, come il resto d’Italia che vive di turismo, ha necessità di innalzare il livello di qualità (e di conoscenza) del proprio patrimonio storico naturalistico. Ecco, la riqualificazione di piazza Malatesta e il castello ‘liberato’ rappresenteranno anche una leva di ricchezza per la Rimini del futuro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento