Cronaca

Picchia a sangue l'ex fidanzata e poi la deruba, arrestato dai carabinieri

Folle di gelosia l'uomo violento ha più volte alzato le mani contro la ragazza facendola finire in ospedale

Si è concluso nella serata di lunedì l'incubo di una giovane cattolichina che, da tempo, veniva vessata e picchiata a sangue dell'ex fidanzato arrestato dai carabinieri. A finire in manette è stato un cittadino brasiliano 32enne, residente nella Regina e già noto alle forze dell'ordine, nei cui confronti è stato emessa un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per maltrattamenti ed atti persecutori. Il culmine della vicenda era stato lo scorso 21 settembre quando, nel corso dell'ennesima lite tra l'ex coppia scatenata da motivi di gelosia, il sudamericano aveva colpito la ragazza con calci e pugni costringendola a ricorrere alle cure del pronto soccorso da dove era stata poi dimessa con una prognosi di 4 giorni. Non contento, il 32enne secondo l'accusa aveva anche derubato la ex sottranedole la borsa e alcuni effetti personali per poi sparire. Oramai allo stremo, la donna si è rivolta ai carabinieri sporgendo denuncia e al termine dell'indagine il sostituto procuratore ha chiesto e ottenuto dal Gip la misura restrittiva nei confronti dell'uomo violento.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia a sangue l'ex fidanzata e poi la deruba, arrestato dai carabinieri

RiminiToday è in caricamento