Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Picchia la compagna col manico di scopa, arrestato il fidanzato violento

L'escalation di violenze e soprusi ha portato in carcere un pescarese che aveva allacciato la relazione con la ragazza

All'inizio era amore ma, col procedere del tempo, per una ragazza residente nella Valconca quella relazione con un 30enne della provincia di Pescara si era rivelata un incubo. I due si erano conosciuti a gennaio e, col passare del tempo, era scoccata la scintilla fino a quando, però, il carattere violento di lui era emerso in tutta la sua crudeltà roso dal tarlo di una gelosia ingiustificata. Per la vittima l'uscita con le amiche o i passatempi erano diventati off limits e, le discussioni, sempre più accese. Scenate anche in pubblico, per uno sguardo innocente, che avevano visto la ragazza venire trascinata via a forza da un ristorante per poi essere presa a pugni nell'abitacolo della loro auto. In una escalation di violenze e sopprusi, la vittima si era vista tirare addosso addirittura un televisore e venire presa a bastonate col manico di scopa. Il primo tentativo della donna di allontanare quel 20enne violento era finito con nuove minacce di lui anche ai figli della ragazza che, oramai allo stremo, aveva avuto la forza di rivolgersi ai carabinieri per chiedere aiuto. I risultati dell'indagine dei militari dell'Arma sono arrivati in Procura ed è stato così chiesto e ottenuto il provvedimento della custodia cautelare in carcere eseguito a Penne, in provincia di Pescara, dove era andato a vivere il 30enne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la compagna col manico di scopa, arrestato il fidanzato violento

RiminiToday è in caricamento