Picchia la fidanzata e poi dà in escandescenze in ospedale

Picchia la fidanzata per poi tirar fuori una pistola giocattolo con pallini di plastica. A calmare la furia di un 36enne sono stati i Carabinieri della stazione di Bellaria Igea Marina

Picchia la fidanzata per poi tirar fuori una pistola giocattolo con pallini di plastica. A calmare la furia di un 36enne sono stati i Carabinieri della stazione di Bellaria Igea Marina. L'episodio si è consumato lunedì sera, intorno alle 23, in via Mar Jonio. A dare l'allarme è stato il padre del giovane stesso, spiegando che il figlio aveva picchiato la sua fidanzata, ospite nel loro appartamento, per poi litigare col genitore stesso.

Quando i militari si sono presentati nell'abitazione, il 36enne ha sparato dei pallini contro la porta. A quel punto gli uomini dell'Arma hanno intimato al giovane di aprire e deporre l’arma a terra. Pochi minuti dopo, il 36enne ha aperto la porta dell’abitazione ed i Carabinieri, dopo aver sottratto l’arma all’interessato, hanno constatato che si trattava effettivamente di un’arma giocattolo con sistema di carica a molla per pallini di plastica con tappo rosso.

La fidanzata del 36enne, pur riferendo di essere stata picchiata durante la lite da quest’ultimo, non era intenzionata a presentare denuncia. Quindi, tenuto conto del forte stato di agitazione del giovane che versava in evidente stato di ubriachezza ed inoltre era seguito dal Sert per problemi psichici, è stato richiesto l’intervento di un’autoambulanza. Il giovane è stato trasportato al pronto soccorso di Rimini, dove il medico di turno ha disposto il trattamento sanitario obbligatorio per le gravi alterazioni psichiche riscontrate.

Il giovane però ha rifiutato il ricovero, minacciando il medico e perdendo il controllo tanto da indurre il personale medico, coadiuvato dai Carabinieri e dai componenti di due equipaggi della Polizia Municipale di Rimini, ad immobilizzare e contenere la furia dell’interessato con mezzi di coercizione ospedalieri.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento